Vince il Milan, risponde Vertus

L’Olympia ha battuto il Napoli 90–67, ma i bolognesi sono ben 96–77 a Pesaro. Ok anche Brescia, Tortona e Venezia

virtù di Bologna Non sbaglia un colpo e pedina la vittoria in stagione regolare del basket di Serie A. Il 27° giorno, gli uomini di scariolo Conquistano Pesaro 96-77 (18 punti per Manion) e +4 su. resta Milano, vincitore 90-67 contro il Napoli. Nessun problema anche per Brescia, 99–64 contro Reggio Emilia, e Tortona, 104–99 (con 33 punti da Daum) contro Varese. La Fortitudo vince con Trento e spera, bene anche Venezia, Trieste e Treviso.

Pesaro – Vertus Bologna 77-96
Continua la corsa veloce della Virtus Bologna verso la vittoria in regular season. Gli Emiliano conquistano Pesaro 96–77, superando la resistenza sormontata da un generoso Delfino (18 punti, 6 assist e 5 rimbalzi). Gli uomini di Scariolo hanno ottenuto un’altra prestazione impressionante da parte della squadra, scavando lo spazio decisivo a metà partita, raggiungendo un lungo distacco di 6 punti e poi piazzandosi 27–13 nel terzo periodo. Il capocannoniere degli ospiti su Shields è Nico Manion, 4/6 con 18 con tre (e 7 assist), che fa bella coppia con Hackett (13 punti). Con quattro punti di vantaggio, il successo in regular season sembra quasi una formalità, mentre Pesaro è a due punti dall’ottavo posto.

Milano – Napoli 90-67
Il Milan trova consistenza in campionato e batte il Napoli con un netto 90–67 assicurandosi la seconda vittoria consecutiva. Partita facile per l’Olympias, che va in pausa lunga sul 43–37 dal primo turno e si espande con una decisione per 34–10 ottenuta nel terzo quarto. Gli ultimi minuti diventano pura spazzatura per girare i conti, ma i capi dei messinesi sono già ai prossimi impegni. Da sottolineare la prestazione di Alvity, a 25 punti dal campo con 8/12, e Nick Mealy, con 10 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Il Milan resta al secondo posto dopo le due vittorie di Vertus, con il Napoli che continua a flirtare pericolosamente lungo la zona retrocessione.

Brescia-Regiana 99-64
Il Brescia reagisce con rabbia alla sconfitta contro il Tortona e batte Reggio Emilia con un umiliante 99-64. La partita è già stata affrontata dai lombardi nel secondo quarto, con un parziale di 33-16, che non lascia scampo a una possibile rimonta degli Amiliani, che nel finale di tempo hanno segnato anche solo 9 punti, a partita decisa . Germain sorride ancora per il trio di Della Valle (24 punti), Gabriel (19 con 9 rimbalzi) e Mitro-Long (15 punti), confermandosi la squadra da temere per i playoff. Nel frattempo, il terzo posto è sul ghiaccio.

Tortona – Erede 104-99
Il Tortona non smette di sognare e arriva ai playoff con un altro grande passo. Il Derthona ha sconfitto Varese, 104–99, di un punteggio NBA, e continua sulle ali dell’entusiasmo, alimentato dalle prestazioni stellari di Doom (33 punti e 11 rimbalzi nel doppio) e Macura (20 punti). I punti combinati di tutti e tre Sorokas (19), Keene (18) e Voldetens (17) non sono sufficienti a Lombard per riaprire la partita da -9 a 89-89, a 4 minuti dalla fine. Una tripla di Macura, però, chiude i conti e mette Tortona al quarto posto, mentre Varese resta a quota 22.

Sassari – Venezia 63-66
In una delle partite più dure della giornata, il Venezia ha vinto in area 63-66 la Dinamo Sassari. Gli ospiti sono avanzati nel primo tempo, guidati in gran parte da Stone (15 punti, 9 rimbalzi e 5 assist) e hanno chiuso il secondo quarto a +10. I sardi non gettano la spugna e, punto dopo punto, entrano in vantaggio nell’ultimo minuto, prima che Brooks si riveli decisivo con un canestro in fondo al sorpasso e la rimpallo offensivo con cui sottrae tempo agli avversari. Tonet poi pensa alla linea per siglare il +3 finale, mentre il potenziale canestro di Logan non va oltre la porta. Venezia quinta con 30 punti, Sassari dietro con 26.

Trieste – Cremona 84-72
Trieste ha battuto Cremona 84–72 per la terza vittoria consecutiva ed è risalito al settimo posto per tornare ai playoff. I lombardi provano a lottare e grazie al parziale di 9-0 di fine secondo quarto riescono a farsi vedere sulla scia del secondo tempo del match. Pian piano i friulani iniziano a scappare e, nonostante le triple di Juskevicius (24 punti totali), controllano +7 a 100 dalla fine, siglando il definitivo 84–72, con i 17 punti di Grazulis. Solo la matematica non condanna Cremona, ormai vicinissima all’esilio.

Treviso – Brindisi 96-90
Treviso lotta contro Brindisi e ottiene un enorme successo. Al termine di una partita punto a punto, i veneti vincono 96-90 e conquistano la seconda vittoria negli ultimi tre giorni per raggiungere 22 punti, come i pugliesi, ed eliminare le sabbie mobili. In un match che ha raggiunto la perfetta parità nell’ultimo quarto, Nutributula ha avuto la meglio su Bortolani e Russell con 25 punti ciascuno, mentre i 21 di Gentile (con 7 rimbalzi e 6 assist) non sono bastati al brindisino.

Fortezza Bologna – Trento 89-69
Vittoria imponente e fondamentale per la Fortitudo Bologna, che ha superato Trento 89-69 nella Battaglia della Salvezza e ha creato un’ultima occasione per provare a restare in Serie A. Dopo un primo tempo equilibrato, con un lungo distacco dal par 40, inserisce nel terzo quarto la stoccata Emilian Way e, sulle fasce di Benzing (22 punti) e Aradori (17), vola in finale 89–69, piazzandoli nel terzo quarto del Napoli.- Porta solo due punti dall’ultimo. Trento è proprio al piano di sopra.

Leave a Reply

Your email address will not be published.