Venezia si aggiudica il derby con Treviso, Sassari soffre ma espugna Napoli – OA Sport

Si completato da poco il ventotsimo turno della Serie A di basket con i due match serali in cui si sono affrontate rispettivamente Venezia-Treviso e Napoli-Sassari. Andiamo a riepilogare brevemente quanto accaduto in queste sfide che chiudevano la domenica di grande basket.

UMANA REYER VENEZIA-NUTRIBULLET TREVISO 78-68 (21-19, 21-20, 18-13, 18-16)

La Reyer Venezia si aggiudica il derby veneto battendo la Nutribullet Treviso per 78-68. I lagunari approfittano del ko di Tortona per rimanere in solitaria al quarto posto con 32 punti raggiungendo così la matematica certezza di accedere ai playoff. Provano a scappare subito gli ospiti con la doppia tripla di Bortolani e Russell (0-6). Con la Reyer che riesce a risalire grazie a Tonut e De Nicolao (6-8). La Nutribullet tenta ancora un mini-allungo con cinque punti di Capitan Imbr (12-17), ma gli oro-granata non si scompongono ed opera il soprasso con De Nicolao e la bomba di Valerio Mazzola: dopo 10′ Venezia avanti 21- 19 . Nel secondo quarto l’Umana mantiene un piccolo vantaggio sui trevigiani grazie a Brooks e Stone (28-21), con Treviso che fatica a tenere il passo dei padroni di casa. La schiacciata di Sims vale il -5 (30-25) a metà parziale, ma Tonut si alza dall’arco per sparare la tripla del +8 (33-25). Dimsa segna in contropiede (37-32), accorciando ulteriormente fino a -3 con la bomba di Sokolowski a fil di sirena per il 42-39 con cui le due squadre vanno all’intervallo lungo. Due contropiedi micidiali di Russell e Dims inizio Treviso a -1 (44-43) ad terzo, con la Reyer che a metà parziale riesce ad andare a +7 grazie al duo azzurro Tonut-Brooks (54-47). Russell tiene la Nutribullet a -7 (57-50), con la bomba di Cerella che fissa il punteggio sul 60-52 alla terza sirena. Sale ancora in cattedra Jeff Brooks nell’ultima frazione, con la schiacciata del +10 (62-52). Sims in sospensione riporta Treviso sotto la doppia cifra di (62-54), ma ancora il centro americano svantaggiato di passaporto italiano a piazzare la tripla del nuovo +12 (68-56) a cui risponde Imbrò con la stessa moneta (68-moneta ) 61). Le due squadre iniziano ad accusare un po’ di stanchezza di stancando molto su entrambi i lati del campo, con la Reyer che riesce però a mantenere il vantaggio accumulato: la tripla di Tonut il successo per 78-68 nel derby del derby

CAPOCANNONIERE

Venezia:Brooks 25, Tonut 15, Morgan 12

Treviso: Russell 14, Bortolani 13, The Sims 12

Basket, Serie A: Varese salva, Fortitudo nei guai. Brescia vince a cremona, brindisi crede ancora nei playoff

GEVI NAPOLI-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 72-78 (18-19, 19-24, 21-16, 14-19)

Successo esterno per la Dinamo Sassari sulla GeVi Napoli per 72-78, che sale al sesto posto avvicinando la post-season al termine di una sfida molto intensa e complicata per il Banco di Sardegna con Napoli che si arresa solo nei minuti finali. Partita che inizia subito molto in equilibrio, con le due squadre che si battono colpo su colpo (4-4). Break di Sassari Bendzius-Robinson (4-10), con Napoli che prova a reagire senza però riuscire a contenere in attacco gli ospiti. La tripla di Kruslin sigla il primo vantaggio in doppia cifra della Dinamo (7-17), con la GeVi che si affida ai tiri dalla lunetta per rosicchiare qualche punto (14-19 a -2’53” dalla prima sirena). Uglietti da due ed il libero di Jason Rich consentono a Napoli di chiudere dopo 10′ sotto di un solo punto (18-19). McDuffie appoggia al canestro per il contro-sorpasso con cui si apre il secondo quarto (20–19), a cui risponde prontamente Sassari (20–23). L’americano dalla luna non sbaglia e la GeVi accorcia ancora (23-25), ma il Banco di Sardegna aumenta i giri del proprio motore e prende il largo fino al +9 con Logan (23-32). Il piazzato di Treier vale il massimo vantaggio (26-39 e +13), ma Jason Rich riporta i padroni di casa a -10 (29-39). Robinson scatta in contropiede (31-43), ma la squadra di coach Buscaglia si ricompone e ritorna a contatto con i punti di McDuffie: a metà partita Sassari conduce per 37-43. Robinson da due apre le marcature della ripresa (37-45), ma due liberi di Rich e la bomba di McDuffie riportano il Napoli a -3 (42-45). Sassari ritorna a +4 grazie al 2/2 di Mian dalla lunetta (44-48), ma Guidaitis appoggia al tabellone per il pareggio GeVi (49-49). McDuffie riporta Napoli davanti (53-52), ma l’uno-due firmato Robinson-Logan ridà ossigeno alla Dinamo (53-57). Quattro punti in fila del numero 1 napoletano portano i padroni di casa a -1 sulla terza sirena (58-59), segnando anche i due punti che abbracciano l’ultimo quarto (60-59). Sale l’intensità del match, con le due squadre che si battono punto a punto senza arretrare di un centimetro. Tre liberi di Diop ed una tripla di Kruslin riportano Sassari a distanza di sicurezza (62-67), mantenendo due possessi pieni di vantaggio quando mancano meno di tre minuti alla sirena finale (66-73). La GeVi non molla, con Vitali e McDuffie che sono gli ultimi ad arrendersi: la tripla dell’americano a -31″ vale il -3 (71-74), match ancora in discussione. Vitali fa 1/2 dalla lunetta (72-74), ma anche i sardi non sbagliano a cronometro fermo: .

CAPOCANNONIERE

Napoli: McDuffie 26, Ricco 16, Vitali 8

Sassarese: Robinson 18, Logan 12, Kruslin 11

Credito: Ciamillo

Leave a Reply

Your email address will not be published.