Udinese-Empoli 4-1: Autogol di Ismajli e rete di Deulofeu, Pinamonti (Punizione), Pussetto, Samardzic

Terzo successo consecutivo per i friulani, grazie al gol del 6′ Ismajali. Lo spagnolo raddoppia a quota 52. Al 70′ Pinmonti accorcia un rigore, ripetuto in attacco dopo un errore dell’ex Inter, con Bandinelli, che si riconferma a rete. Poi Puseto e Samarzik vanno d’accordo

Dal nostro inviato Marco Guidic

L’Udinese vince e rassicura. Miglior attacco in casa degli ottavi, quattro gol anche contro l’Empoli, nonostante l’assenza di Beto, ma con un ottimo Deulofeu. Per i toscani, invece, un altro pomeriggio anonimo di un oscuro secondo turno. Sono 16 le partite consecutive senza vittorie, record negativo nella storia italiana in Serie A. Andriazoli potrebbe continuare in base ai 27 punti conquistati prima di metà campionato, sui quali ha costruito una pacifica salvezza, ma solo 7 rimonte per il finale di stagione se non per il prossimo sono campanelli d’allarme.

prima metà

,

Cioffi ha schierato una base XI, lasciando Succeed al posto dell’infortunato Beto. Andriazoli dovrebbe rinunciare a Di Francesco e scegliere un attacco pesante lungo La Mantia con Pinamonti. In mezzo spazio per Benassi, mentre Ismajli in difesa con Luperto e Cacques a sinistra al centro. Preparati, al 5′ Deulofeu sfiora l’Eurogol con un tocco morbido che si perde a lato con i baffi. Un minuto dopo passa l’Udinese: Molina crossa sulla destra, Ismajali interviene goffamente, lanciando il pallone alle spalle di Vicario tramortito. L’Empoli delinea subito una risposta, con La Mantia che alza la testa e allunga l’invito alla traversa di Benassi. L’occasione d’oro arriva al 18′ Est ai piedi della Fiorentina, innescata da un bel passaggio di Bandinelli, ma Silvestri resiste alla grande in uscita. Al 29′ ribatte Deulofu, ma Makengo non riesce a concludere dal limite. Da fuori ci prova anche Aslani: Silvestri vaga in corner. 40′ La Mantia scende in area friulana dopo uno scontro uno contro uno con Becao, con l’arbitro Marchetti che gli permette di continuare a ignorare le proteste toscane.

terribile sconfitta

,

Deulofu regala al gioco un’altra spinta nella ripresa dopo 7′: il catalano riceve a 20 metri dal successo, sposta il pallone sulla destra e con un tiro raccolto non lascia scampo a Vicario. L’Empoli è sconvolta. Al 17′ Successo stringe all’attacco di Pereira, ma Vicario salva in corner. In azione, l’argentino si infortuna e lascia il posto a Samarzic. Non è l’unica brutta notizia per Cioffi, poiché subito dopo il successo La Mantia scende in territorio. Un rigore netto, parato da Silvestri a Pinamonti, ha preceduto il tap vincente di Bandinelli. due a uno? No, perché Marchetti, su suggerimento di Var Fabry, lo ha ripetuto per la prematura invasione della zona al servizio. Pinamonti rientra dal dischetto e questa volta Silvestri sfiora il pallone senza impedirgli di andare in rete. Ora sì, il gioco è riaperto. Andriazoli ci crede e fa subito un triplo cambio (per Stojanovic, Benassi e Bajrami in Parisi, Henderson e Vere), ma è dalla panchina avversaria che esce il Joker: Puseto, appena preso dal succulento. al 34′ un aiuto prezioso rispetto al normale Deulofu. Tuttavia, è tempo per un’altra impresa al pomeriggio della Dacia Arena. Lo esegue Lazar Samarzik, il quale, dopo un sofisticato ricamo, piazza il quarto pallone con la mano sinistra sulla schiena del povero Vikar. È un netto 4-1, che regala all’Udinese la terza vittoria consecutiva per la prima volta in questa stagione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.