Trovato Goffin, Molcon ha il controllo. la finale è servita

Una volta che un papa muore, ne crea un altro, si diceva: non vogliamo il buon Sanremo, ma ,pontefice” Montecarlo è più importante e prestigiosa, abbastanza da richiedere visite aggiuntive per i giocatori che devono frequentare il principato lasciato di fretta Città ligure (cfr runa) o addirittura lasciarlo da solo per qualche ora (es cavoli) Non preoccuparti, in pochi paragrafi tutto ti sarà chiaro. Riavvolgiamo il nastro E torniamo a guardare cosa è successo sabato 9 aprile.

Verso le 12.30, Montecarlo – Le qualificazioni per il tabellone principale sono iniziate ieri mattina Rolex Monte-Carlo Master, i primi “1000” della stagione sul suolo. Di chi è la firma della prima grande sorpresa della giornata? Flavio Cobboli, che elimina chiaramente la testa di serie numero due Hugo Gastondarsi prima vittoria in carriera in tali tornei. Impegnato però anche il 19enne fiorentino sanremo nel torneo di doppio, in cui ieri in semifinale hanno battuto Forty/Zpieri mate gigante, a cui curiosamente ha perso al primo turno del torneo di singolare. Dopo aver viaggiato da Sanremo a Montecarlo la sera prima, e la vittoria di oggi, Cobboli è tornato nel paese delle feste. Ma non andiamo troppo lontano.

verso le 13, Sanremo – Ieri è stata la grande giornata della finale all’ATP Challenger di Sanremo, torneo che torna alla Città dei Fiori dopo più di dieci anni dalla precedente edizione. Alla fine di una battaglia lunga quasi due ore, lo è runa holger UN mai conquistare il domo francesco passaro, Il giovane danese, invece, sembra essere a fine partita. stanco E, dopo qualche minuto di ben riposato, ha provato a raccontaci i tuoi sentimenti,Non mi piace per niente Ho dormito male Ma sono riuscito comunque a vincere ed è quello che conta alla fine. Ero anche preoccupato perché tra poco devo giocare un’altra partita, Non è soddisfatto del titolo appena conquistato, infatti Rune si è presentato con la testa già nel suo incontro contro Radu Albot, in programma il 17 a Montecarlo.

16:00, Sanremo – È tornato in Liguria da circa un’ora Flavio CobboliBlankenaux/Muller si preparano a giocare la finale di doppio mate gigante, La coppia italiana parte bene, vincendo il primo set 6-4 ma poi, pian piano, i francesi, forti della loro vasta esperienza, sono usciti a distanza. finisce 4-6 6-3 11-9 a favore delle transalpine, ma a azzurro Resta la soddisfazione di un ottimo torneo giocato. Nello specifico abbiamo chiesto a Koboli come stesse vivendo questi momenti speciali: ,oggi è stato molto specialePeccato per come è andata a finire. Nel doppio abbiamo vinto bene il primo set, poi succede sempre il super tiebreak 50-50: finalmente ce l’hanno 51 Con il quale sono riusciti a vincere. Abbiamo anche salvato tre match point, ma purtroppo non era abbastanza, Di Sono molto felice questa mattina, La prima vittoria su 1000 è sempre specialeA maggior ragione in una zona importante come Montecarlo.

Holger Rune e Francesco Passaro – ATP Challenger Sanremo (Foto di Tullio Bigordi)

Per concludere, gli abbiamo chiesto se momenti come questo fossero travolgenti e, infine, i suoi piani per il prossimo torneo. ,non mi importava affatto Avanti e indietro tra due tornei, sono giovane, Se mi pesasse, immagino che il tennis non sarebbe lo sport per me, che ne dici? Ora penso di fare bene a Monte Carlo e di dare il massimo lì. Poi sono iscritto a Barcellona e Belgrado, vedremo se riuscirò a giocarle, altrimenti mi allenerò intensamente per una o due settimane”. Idea abbastanza chiara per il giovane toscano, che domenica tornerà in campo secondo turno di qualificazione (dopo una nuova visita al principato), in contrasto con Emile Rose Mountain,

17:00, Montecarlo – Come ha fatto il giovane danese ad arrivare in tempo? Tutti possono aver chiesto un po’ di se stessi a questo punto: non abbiamo nemmeno una vera risposta. soprattutto considerando quello Verso le 15 Rune e la sua squadra erano ancora a Sanremo, In un modo o nell’altro – magari ingoiando al volo un panino, sicuramente senza un momento di allenamento sui terreni di Montecarlo – che sabato è arrivato in testa alla runa alle 12.30 sembrava già cestinato, ma è stato fenomenale nel fare una svolta. La corona di Albot rifilata 6-2 6-3 in una giornata difficile da dimenticare per lui non è certo così comune. I campioni trovano sempre il modo di adattarsi alle situazioni più scomode e chissà chi non potrà condividere qualcosa come il Copenhagen 2003 con un altro Sanremo. Novak Djokovik, “Non ho dubbi che tra poche ore sarà subito al 100% e quello” Farà un grande torneo a Montecarlo,Annunciato intorno alle 2:30 mamma molti, Chi invece conoscerebbe meglio di lui il piccolo e promettente Holger?

Leave a Reply

Your email address will not be published.