Tassinari: Giochiamo partita dopo partita, ma è chiaro che sogniamo in grande – BolognaBasket

Il capitano della Virtus femminile Elisabetta Tassinari è stato intervistato in studio da Emanuele Malagutti.

Una parte delle sue parole.

Due sconfitte prima dei playoff per te, poi una grande vittoria martedì. Cosa ti manca dalle versioni precedenti per avere successo? “Anche se il gap che ci separava da lui si è ridotto con Shio, lui è ancora un gradino sopra di noi in termini di equilibrio di squadra, capacità di affrontare partite importanti e conoscenza reciproca. Stiamo ancora lavorando su alcuni piccoli dettagli. Mancano, ma chi sa che potremmo anche non parlare contro di loro in questa stagione. D’altra parte, con Costa ci mancavano i giocatori chiave, ma a parte l’assenza potevamo condurre una partita migliore. Non cerchiamo scuse, abbiamo le risorse per essere pronti, ma in quella sfida ci mancavano le energie psicofisiche, il fatto è che abbiamo archiviato questo capitolo e da esso abbiamo imparato: noi siamo pronti e affronteremo questo impegno con la concentrazione e la determinazione che i playoff richiedono.

Non solo servirà concentrazione e determinazione, ma servirà anche il contributo di tutti i giocatori. «Penso che sarà necessario, oltre che positivo per la squadra, che tutti contribuiscano. Ognuno di noi ha uguale importanza: i riflettori sono puntati sui nomi che tutti conosciamo, le altre squadre punteranno soprattutto su di loro, quindi è importante che siano tutte preparate. Penso che sia già stato fatto in campionato, anche senza statistiche che saltano agli occhi, ma abbiamo fatto bene a essere preparati e a farlo in questi playoff e sarà anche importante.

Quali sono le tue speranze per questi playoff? «Vogliamo giocare partita dopo partita senza pensare alla prossima: stasera entreremo in campo pensando che questa la vinceremo al meglio e nella prossima faremo lo stesso. Penso che sia il modo migliore per noi di andare avanti il ​​più possibile. Certo che sogniamo e cresciamo, tutti abbiamo la possibilità di andare, ma non voglio pensarci. Pensiamo ora a come superare questo primo turno, poi vedremo».

Playoff che, dopo aver vinto martedì, si stanno già avviando alle semifinali. «E’ stata una partita molto intensa: anche se alla fine c’era un netto distacco, nel primo tempo hanno resistito contro di noi e si sono rivelati ancora una volta un dado difficile da spezzare. Abbiamo avuto la capacità di condurre una partita molto fisica e intensa fin dall’inizio, soprattutto in fase difensiva. Nella seconda parte abbiamo aumentato i giri dei nostri motori, ancora una volta abbiamo fatto grandi colpi dalla difesa, che hanno portato a una vittoria così netta. È stata una partita intelligente da parte nostra, nel rispetto degli obiettivi che ci eravamo prefissati, abbiamo avuto la capacità di non impantanarci nella frenesia di una partita così importante e su un terreno difficile, di una squadra che poteva metterci a dura prova. .”

Tante difficoltà, ma tante gioie in maglia bianconera: cosa ti ci vuole per raggiungere tutti questi traguardi da capitano virtuoso? «Questo viaggio per me è iniziato tre anni fa ed è bello farne parte, ancor di più come capitano. In questa stagione stiamo raggiungendo la vetta del basket femminile con risultati solidi. Ogni anno abbiamo fatto un passo verso la vetta e sono sicuro che questa stagione il nostro viaggio non finirà ma avrà un futuro più bello. La prima storica partecipazione all’Eurocup è stata una bella emozione a prescindere dal risultato finale, ma noi ne abbiamo fatto parte e lo sarà sempre. È una bella sensazione per me quando mi fermo a pensare da dove siamo partiti e ora che siamo qui per giocare i playoff per provare a vincere lo scudetto”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.