Regolamento per l’ingresso del pubblico in Formula Uno, autodromo di Imola

Masse di grandi opportunità sono tornate per il prossimo Gran Premio, afferma Box Office. Torna anche il francobollo “prato”, circondato da “sfera”, come nell’antica epoca della Formula Uno che si estinse al largo del Santerno nel 2006. Sarà scoperto a breve, circa vent’anni fa. Ovviamente non solo i prezzi, ma anche le regole della “gara” sono cambiate molto. Non solo gli eroi del volante che combattono in pista, oi meccanici che muovono le loro auto da corsa sempre più all’avanguardia, cioè ai piloti. Le regole sono cambiate anche per chi guarda la gara. Dimentica la folla di Rivaza e Tosa (che non saranno restaurate esattamente come prima), lascia tra ricordi e miti del passato la possibilità che tre giorni all’Akyu Minerali Park si trasformino in un mucchio di locomotive. L’epoca in cui Imolis e gli stranieri si accampavano ancora più indietro, con tanto di tende, camper, originali case sugli alberi, tribune di tubi appese alle pareti e fusti di birra come contorni. Anche il rinnovato biglietto “Meadow” non garantirà più tutto questo. Inoltre, la maggiore distanza e la strada della strada, erano già state percorse nel 2006, ma oggi l’elenco delle prescrizioni per raggiungere il parco che consiste in un circuito nello stomaco, è di Vedmekam per salire su un aereo dopo al-Yug .è come. Legge.

come raggiungere il pubblico

Certo, la pandemia è ancora travolgente, ma non è solo questo. Al cancello che da venerdì separerà la “repubblica autonoma dell’autodromo” dal resto del mondo, oltre al biglietto, sarà necessario presentare il pass verde originale e una mascherina Ffp2, necessaria anche per completare l’online check-in, OK Come per andare al volo, già disponibile dal 4 aprile, al link https://gpf1imola2022.cvespa.it/ per inserire i dati utili alla tracciabilità di ciascuno. Al termine della registrazione verrà emesso un QR code che dovrà essere mostrato all’accesso insieme al biglietto. ma non è tutto. Per chi ha pagato per assistere ad un giorno o tre di uno spettacolo, si consiglia di leggere attentamente l’elenco di tutto ciò che non possono portare con sé fuori dal cancello, tra l’altro.Inoltre, zaini e borse che non devono superare i 15 i litri di capacità saranno controllati ai cancelli, i carrelli e le valigie sono vietati, e quanto ritenuto non idoneo sarà custodito e non restituito. Pertanto, è espressamente vietato introdurre in pista oggetti contundenti o pericolosi (quali coltelli, catene, armi, esplosivi), nonché droghe, sostanze nocive o infiammabili, veleni, fuochi d’artificio, fumogeni, razzi, puntatori laser. Ma anche i clacson da stadio sono nella stessa lista. Smetti di spruzzare bombolette in lamiera, non solo per i potenziali graffitari, ma anche per chi, per qualche motivo, vuole portare lacca, deodorante o anche solo repellente per zanzare (solo la crema si cede e si raffredda comunque , non è ancora la stagione). Come ai concerti o negli stadi, lattine vuote, bottiglie di vetro o di metallo, bottiglie di acqua dura, bottiglie di plastica oltre mezzo litro, alcolici. Lasciate a casa anche power bank, aste rigide, droni o velivoli telecomandati; Tende, sacchi a pelo, biciclette. Addio per sempre anche agli ombrelloni ea chi magari pensa di passare il tempo in cerchio sul prato suonando una chitarra tra una competizione e l’altra, sa che non solo le trombe, ma non saranno ammessi strumenti musicali. La sicurezza prima di tutto, dice il regolamento, e facciamo cantare i motori.

Posteggio

Per chi arriva in auto sono disponibili 37 parcheggi entro un raggio massimo di due chilometri dall’autodromo. 5, 6 in zona Tosa tra gli alti palazzi e Rivaza in collina, la A14 via Graziadei verso il casello A14, 11 nella zona più vicina tra Pirandello e viale Dante, la più lontana è l’area rugby via Salvo de’ shopping. Le tariffe giornaliere sono le seguenti: 40 euro per i bus, 10 euro per le auto, 7 euro per le moto, 15 euro per 16 roulotte per i camper.

Anche il campeggio è esaurito

Non solo gli hotel di Imola e provincia sono esauriti da settimane, il campeggio non dispone più di una piazzola a Tiro a Segno e per l’occasione il campeggio via Boccacio è accessibile giovedì 21 aprile dalle 18 alle 21. È lunedì 25. Le richieste sono state bloccate a partire dal 12 aprile. Per chi ha biglietti e pernottamenti ora l’unica possibilità è trovare un posto in Riviera oa Bologna.

Nessun venditore ambulante potrà vendere la propria merce vicino all’area dell’autodromo durante i grandi eventi. E’ una decisione presa dal sindaco Marco Panieri, che nei giorni scorsi ha firmato un’ordinanza in materia. Per garantire la sicurezza stradale quest’anno, in occasione di diversi eventi di carattere internazionale come Formula Uno (22-24 aprile), concerti (29 maggio, 25 giugno e 2 luglio), criminalità (9-11 settembre) e nelle aree pubbliche Per impedire l’esercizio del commercio sotto forma di viaggio, non sarebbe possibile vendere merci mercantili e di altro genere in una quarantina di corsie e piazze. Il divieto è valido nelle piazze Leonardo da Vinci, Marbini e Michelangelo, a Violly Costa, Dante, Pisacane, Saffi e Zappi, e attraverso Dei Colli per 200 metri ad Appia, Ascari, Atleti Azuri d’Italia, Burgullo. , Boccaccio, Cappelli, dei Colli, Francucci, Galli, Goccianello per 200 metri via Dei Colli, Goldoni, Guicciardini, Kennedy, Leopard, Machiavelli, Malsicura, Manzoni, Mazzini, Musso, Nuvolari e Oriani. Inoltre, via Pacinotti, Pascoli, Pediano fino al cimitero via Ascari, via Pirandello, via Quarantini, via Resistenza, via Rivazza, via Rocelli, via Centerno, tramite Tabanelli.Le restrizioni si applicheranno a tramite, tramite Tasso, tramite Teni e con tutti. Cartello Via Tiro A. Per ogni singolo evento, la Polizia locale allestirà periodicamente pannelli informativi nelle strade interessate dal divieto. Eventuali modifiche o integrazioni all’elenco potranno essere adottate se in occasione di ulteriori manifestazioni che si terranno nell’area dell’autodromo o per emergenze sanitarie o igienico-sanitarie derivanti da fattibilità e sicurezza del traffico. Chi, infine, viola le disposizioni ei divieti previsti dalla presente ordinanza è punito con la sanzione pecuniaria da 516 a 3.098 euro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.