NOTIZIE DAL MONDO: Nick Krigios torna dopo 3 anni a vincere sulla terra battuta. Dopo 3 mesi, Garin è tornato alla vittoria. Zverev e 100 settimane tra i primi 4. Leonid Stanislavsky è tornato in vita

Nella foto di Nick Kyrgios - US Clay Photo

Nella foto di Nick Kyrgios – US Clay Photo

Roma 2019 è stato l’ultimo torneo in cui Nick Kyrgios Ha vinto la partita sulla terra battuta. L’avvento della pandemia e la complessità del calendario hanno messo sotto pressione la famosa avversione per la terra battuta del nativo di Canberra, superficie che ha aspramente criticato per il tipo di tennis che gioca nel corso della sua carriera. In effetti, Kyrgios giocherà un solo torneo in questa stagione al Red Mantle, chiamato ATP a Houston, dove ha debuttato ieri con una vittoria. Non è stato facile, il che aggiunge un po’ di merito (conosciamo già Nick): ha battuto il locale Mackenzie McDonald dopo aver perso il primo set (4-6, 6-3, 6-4) e alcuni “in Kyrgios” Been” rimasti. Colpo. Che è ciò che di solito vediamo nei video promozionali, incluso uno spettacolare tweener. Il suo prossimo avversario sarà Tommy Paul, che ha un set e un break dietro Peter Gozowski (6-7(4), 7-6(5), 3-2 e ritiro).

Kyrgios ha quindi parlato con il sito ufficiale dell’ATP e ha rilasciato una dichiarazione: “È chiaro che la terra battuta non è la mia superficie preferita, ma ho servito molto bene, ho iniziato a diventare troppo aggressivo e ho avuto buone visuali!

E nonostante sia un esplicito critico della superficie, l’australiano ha rivelato di sentirsi abbastanza in forma. “Penso che il mio gioco si adatti molto bene sulla terra battuta. C’è un’atmosfera fantastica, i tifosi sono davvero coinvolti, quindi non vedo l’ora di continuare per tutto il torneo”.



Alexander Zverev Ha ottenuto un enorme successo in un brevissimo lasso di tempo, con un record notevole all’età di 24 anni. Il tedesco, pur non avendo ancora vinto l’ambito titolo del Grande Slam, non ha ancora assaporato la dolcezza di un secondo posto nella classifica ATP. Così, le 100 settimane che ha già trascorso tra i primi 4 sono divise tra il terzo e il quarto posto.



garin cristiano È stata una serata molto speciale al torneo di Houston. Per molti potrebbe essere stato un piccolo evento, un ATP 250 con pochi riflettori, ma per il Cile potrebbe essere una spinta molto significativa per la sua carriera.

Non aveva vinto una sola partita agli Australian Open e la sua prima vittoria sul Jack Sock è una vittoria che dà morale. Questo è quanto ha detto nelle parole raccolte dalla settima partita: “Sinceramente ho avuto alcuni mesi in cui non mi divertivo a giocare a tennis. È bello vincere ancora, perché ho avuto i miei problemi anche fuori dal campo. Houston è una buon posto per me”. Cercherò di andare avanti nel torneo”.



Un altro tempo fa, ha chiamato un 98enne Leonid Stanislavskij Divenne famoso per molte ragioni. Più importante, la sua età: era il più anziano giocatore attivo al mondo (nel circuito senior), e così ha potuto realizzare uno dei suoi sogni, giocando al fianco di Rafa Nadal all’accademia spagnola. Negli ultimi mesi, però, il suo nome ha fatto ritorno a qualcosa di completamente diverso: si era rintanato nella sua casa di Kharkiv, resistendo ai bombardamenti russi, nel contesto dell’invasione dell’Ucraina. Ebbene, nelle ultime settimane Leonid è riuscito a lasciare la sua città natale e nelle ultime ore è riuscito a realizzare un altro sogno. Tornò a giocare con un giocatore professionista, in questo caso Pole. agnizka radwanskaGoditi il ​​tuo sport preferito in modo sicuro e sano. Foto che toccano i nostri cuori e quelle che celebriamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.