Nastase, Muster, Nadal, I signori dello Slam rosso. Tsitsipas indica noi

Vincere Monte Carlo, Roma, Roland Garros in una sola stagione è un’impresa storica raggiunta da soli tre giocatori. E ora il greco ci spera…

Per il secondo anno consecutivo Stefanos Tsitsipas ha vinto il Montecarlo e ha continuato a realizzare l’impresa impossibile di vincere uno Slam rosso, vittorie nei campi del country club, Foro Italico e Roland Garros nella stessa stagione. , Questo magico tris ha avuto successo solo per tre giocatori. Prima Ili Nastasse nel suo meraviglioso 1973, poi nel 1995 è stata la volta di Thomas Muster e infine Rafael Nadal, che l’ha realizzato anche 6 volte: nel 2005, 2006, 2007, 2010, 2012 e 2018. Nel 2010 lo spagnolo è riuscito anche ad aggiungersi al Masters 1000 di Madrid firmando un’impresa per il tennis contemporaneo destinata a rimanere impareggiabile per secoli.

Nascita

,

Il rumeno Ili Nastas è diventato la prima persona ad entrare a far parte di questo club nel 1973. Aveva già vinto quattro titoli in questa stagione e superato due precedenti edizioni di Monte Carlo, Tom Oker nella finale del 1971 e Pala Frantisek in quella del 1972. Hanno iniziato la loro ricerca di un trio, sconfiggendo Marcelo Lara in semifinale, poi Peter Szok, Harald Elschenbroich, Patrick Prossi e Björn Borg (6–4, 6–1, 6–2) in finale. Quattro settimane dopo è stato il favorito e testa di serie numero 1 al Roland Garros, che lo ha visto perdere nella finale del 1971 contro Jane Codes. L’impresa del rumeno ha lasciato tutti senza parole perché ha vinto senza perdere un set, impresa mai raggiunta in passato; Nella tappa finale, ha sconfitto Roger Taylor nei quarti di finale, Tom Gorman in semifinale e Nikki Pilic in finale 6–3, 6–3, 6–0. Al Foro Italico, che si giocava dopo Parigi quell’anno, la musica non cambiò, ma a differenza di Montecarlo e Parigi, Nasti fu costretto a vendere alcuni set a Paolo Bertolucci in semifinale (gli azzurri scesero 6–3 al quinto). E il giorno successivo il rumeno, con un triplo 6-1, ha sconfitto lo spagnolo Manolo Orantis.

adunata

,

Nel 1995 è stata la volta di Thomas Muster. L’austriaco a Montecarlo ha rischiato più volte di uscire. In semifinale, contro Andrea Gaudenzi, Thomas ha vinto il primo set, poi è stato colpito da un attacco di febbre alta: Gaudenzi ha raggiunto 7 volte a due punti dalla conquista del secondo set, ma non è riuscito a fare un colpo ed era 6– 3. perso a. , 7-6. Muster è stato ricoverato in ospedale al termine della partita, ma il giorno successivo è arrivato in tempo per la partita con Boris Becker. Bum Bum ha portato a zero due set e nel quarto set è entrato in gioco, con servizio a disposizione, un doppio match point. Sulla prima ha tirato fuori la seconda palla di servizio a 196 km/he ha chiuso con un dritto vincente sulla seconda adunata; L’inevitabile tracollo del tedesco ha permesso a Muster di vincere il tie-break per poi allargare 6-0 al quinto. A Roma hanno sconfitto Chang nei quarti di finale, Ferreira in semifinale e Burguera in finale, a Parigi hanno sconfitto in finale Solves, Piolin, Carlos Costa, Medvedev, Albert Costa, Kafelnikov e Chang. La partita più complicata è stata il quarto di finale contro Albert Costa (prima della pausa all’inizio del quinto set) e la prima parte della finale con Chang che inizialmente è sopravvissuto a una pausa prima di essere tagliato 7-5, 6-2. , 6- 4.

Nadal

,

Il mondo ha scoperto Rafael Nadal nella primavera del 2005 e da allora lo spagnolo ha battuto tutti i record possibili. Prima di lui nessuno era riuscito a vincere più di 6 volte il torneo di Montecarlo (Reginald Doherty tra Ottocento e Novecento), nessuna Internazionale d’Italia più di 3 volte (Drobny, Mulligan e Muster) e nessuno Roland. Garros più di 6 volte (Borg). Ma oggi il nome di Rafa è presente 13 volte nell’albo d’oro del Roland Garros, 11 volte a Montecarlo e 10 volte nella Coppa designata per il vincitore del torneo di Foro Italico. E la storia non è ancora finita.

in carriera

,

Se, invece di completarlo in una stagione (davvero appena due mesi), analizziamo chi ha realizzato Red Slam nel corso della carriera, la lista dei giocatori cresce da 3 a 13. Il primo ad entrare in questo club è stato Jaroslav Drobny nel 1951, poi Nikola Pietrangeli nel 1961, Ili Nastasse nel 1973, Björn Borg nel 1977, Guillermo Vilas nel 1980, Ivan Lendl nel 1986, Mats Wilander nel 1987, Thomas Muster nel 1995, Gustavo Cuerton nel 1999, Juan Carlos Ferrero nel 2003. Carlos Moya nel 2004, Rafael Nadal nel 2005 e Novak Djokovic nel 2016. Sul totale dei tornei vinti (Monte Carlo, Roma e Parigi) Nadal ha portato via tutti con 34 centri (11-10-13); Björn Borg (3-2-6) ha segnato 11, Novak Djokovic (2-5-2) ha segnato 9, Nikola Pietrangeli (3-2-2), Ivan Lendl (2-2-3) e Thomas Muster (3. Con ) – 3-1 con 7, Ili Nastase (3-2-1), Mats Wilander (2-1-3) e Gustavo Kuerten (2-1-3) con 6, Jaroslav Drobny (1-3) -2) con 5, Guillermo Vilas (2-1-1) e Juan Carlos Ferrero (2-1-1) con 4 e infine Carlos Moya (un successo in ogni torneo) con 3.

Leave a Reply

Your email address will not be published.