Mercedes prevede di registrare un netto secondo con una migliore correlazione tra pista e simulatore

F1 – L’abbiamo indovinato qualche giorno fa: mercedes C’è un fenomenale problema di correlazione dei dati simulatore – traccia, La forza su cui la squadra anglo-tedesca ha costruito il suo impero sportivo negli ultimi otto anni sta ora causando non pochi grattacapi agli ingegneri che non sono in grado di fornire modelli analitici validi per prevedere e, soprattutto, gestire per pompaggio aerodinamico prima W13Un’auto piuttosto attraente, scesa davvero in pista.

Le difficoltà sono aggravate dalla rara possibilità di utilizzare una galleria del vento cfr A causa di un regolamento tecnico restrittivo. Ecco perché quanto definito negli impianti che sono in fabbrica non si riflette in pista. E non c’è alcuna possibilità di fare lo scatto giusto sprecando preziose ore casuali. Questo aspetto delle regole ha fortemente influenzato l’azione di una squadra che era abituata a mettere sul piatto ingenti somme di denaro a vantaggio dei suoi esperti, contando su orari di lavoro quasi illimitati per uscire dalle difficoltà.

F1
George Russell poco prima di tagliare il traguardo del GP d’Australia 2022 per il suo primo podio alla Mercedes

Abbiamo bisogno di un modo nuovo e più semplice per analizzare i dati aerodinamici che escono dalla pista. Un modo fenomenale per collegarli insieme. Un percorso di intesa che va avanti dai primi giorni di test invernali ma che non è completo. Chiaramente il fatto che gli ingegneri stiano lavorando su macchine filosoficamente nuove è una circostanza terribile: non sono più i poli cognitivi conosciuti che caratterizzano F1 Della vecchia generazione

Effetto Venturi, pneumatici con diametro interno da 18 pollici e tutta una serie di innovazioni correlate richiedono tempi di risposta più lenti. E sta aprendo il divario di prestazioni toro rosso e specialmente ferrari chi sta in piedi in questo momento dominus di categoria.

in mercedes Erano già arrivate alcune ammissioni. La comunicazione della squadra quest’anno si basa su una singolare trasparenza basata sulla quale non si tende a nascondere i problemi. Come se volessi dire al mondo che anche coloro che sono stati i più forti hanno lati e debolezze umane. toto lupoIn questa grande operazione di trasparenza ha anche determinato il disavanzo cronologico tra quanto dicono i simulatori e quanto si trova in pista.

F1
Toto Wolff, team principale e co-proprietario della Mercedes AMG F1

I dati hanno caratteristiche clamorose in quanto il modello avrà un ritardo di circa un secondo W13 Pagamento da virtuale a reale: “I nostri studi e simulazioni ci dicono che l’auto è un secondo più veloce di quanto mostra la pista. Il problema è il rimbalzo, ci sono altre squadre che lo hanno risolto meglio,

Sotto queste parole è dalla firma lupo Nella persona è stato altrettanto chiaro quando ha detto di tornare alla configurazione Barcellona Questa non è un’ipotesi praticabile. Questo è qualcosa che non è facile da realizzare, il che significherebbe rifiutare filosofia sidepod zero in quale. l’aerodinamica di Brackley Continua a credere fortemente.

Il fatto è che anche indirettamente capo squadra Il viennese è a metà della regressione comportamentale W13 che non ha mostrato il prompt nella prima configurazione Focena, Dopo le prove di BahreinMa l’ipotesi è stata subito bocciata perché ci sono validi elementi a sostegno della tesi secondo cui la versione “evo” potrebbe prima o poi cominciare a funzionare correttamente.

F1
Lewis Hamilton, Mercedes W13

in mercedes Continuiamo a puntare direttamente alla filosofia di estrema sottigliezza del corpo vettura. Se è vero qual è il numero uno della squadra stella a tre punte Potrebbe esserci una ripresa clamorosa. Ridurre di meno di un secondo le prestazioni offerte finora significherebbe mettersi davanti a tutti e tornare alla locomotiva del motore. F1, Una possibilità onestamente difficile da considerare subito concreta, ma che può essere raggiunta gradualmente.

Ovviamente gli avversari non staranno con le mani in tasca e miglioreranno le rispettive vetture. Quindi i tempi devono essere accelerati come sottolineato da James Wallace Nell’articolo puoi leggere Chi?, imolaPertanto, potrebbe già essere il luogo in cui verranno testate alcune interessanti novità. ferrari io toro rosso Sono due punti lontani, Mercedes AMG F1 Non intende farli sparire all’orizzonte. In effetti, ha in programma di ridurre notevolmente quel delta cronometrico che esiste oggi.


F1 – Autore: Diego Catalano , @diegocat1977

visivo: F1Mercedes AMG F1

Leave a Reply

Your email address will not be published.