Melbourne 2022: Leclerc, Verstappen e “La Dieta”

F1 , Per la prima volta in trent’anni della mia vita, sono a dieta. Per chi è sempre stato abituato a “succhiare” in modo buono, la prima dieta è un po’ uno shock: Non è facile lasciar andare i piccoli piaceri della vita, Per il buon cibo, spezie abbondanti e buon vino. E così da un lato i sacrifici ti costringono a cercare obiettivi, ma allo stesso tempo ti sfiniscono, ti indeboliscono psicologicamente, ti limitano a dare il massimo ogni giorno.

D’altra parte, col passare del tempo diventi letteralmente sempre più “affamato”. dunque, Quando arriva l’opportunità di cenare gratuitamente, sai che non puoi perderla E non sei soddisfatto se non a pezzi.

Charles Leclerc è il tipo di uomo stufo delle diete. Ha aspettato due anni per un’auto alla sua altezza, periodo in cui è stato interrogato per la prima volta. L’arrivo di un ragazzo giovane e focoso come lui lo aveva quasi oscurato.

F1
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Molti dubitano di lui alla fine del 2021, trovandolo alle spalle di Carlos Sainz nella posizione di pilotaggio. Questo probabilmente è successo perché non è facile per i “predeterminati” trovare la giusta motivazione quando si trovano a lottare per posizioni lontane da quelle che un certo talento si aspetterebbe. Ed è qui che, paradossalmente, la fame può finire. Puoi perdere Molti a quel tempo, dieta, semplicemente si arrendono.

La stessa cosa è successa con Max Verstappen prima di lui. Non ho mai nascosto prima del 2021 che non considero l’olandese un futuro campione del mondo. Chiaramente mi sbagliavo. Non per uno sguardo da vicino al suo innegabile e illimitato talento, ma a quanto pare – all’epoca – per la sua incapacità di conciliarlo con la sua arrogante aggressività.

e invece quell’apparente titolo non era altro che uno sforzo guidato dalla disperazione Andare oltre i limiti oggettivi della tua auto, in uno sforzo costante per farti sembrare migliore degli altri,

F1
Max Verstappen (Oracle Red Bull Racing)

Ma dopo anni di dieta, non appena il Piatto Ricco è finalmente arrivato sulla sua tavola… qualcosa è venuto in mente a Verstappen. Verstappen del 2021 non ha nulla a che vedere con quello visto tra il 2016 e il 2020, in termini di brevità. Un Verstappen che sbagliava spesso, che era troppo incline ad avvicinarsi, che doveva affrontare anche un compagno scomodo come Ricciardo. Eppure alla prima occasione è diventato la macchina da guerra che tutti pensavano potesse essere, fino a quando non ha vinto il titolo mondiale ad Abu Dhabi.

Adesso tocca a Leclerc: non dico che la sua dieta sia finita per sempre, ma di certo è arrivato il suo pranzo gratis. E il monegasco non ha nessuna intenzione di cancellare il suo “cheat meal”, soprattutto dopo che il suo avversario ha sempre mangiato tutti i piatti migliori davanti a lui, mentre l’anno scorso era ancora attento alla linea, finché i giorni migliori non perdono la loro chiarezza.

F1
Il monegasco Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) festeggiato dal team per la vittoria al GP d’Australia 2022

Ma il Leclerc di Melbourne nel primo Grand Chem della sua carriera in F1 non ha nulla a che fare con il 2021, incapace di contenere l’emozione del nuovo compagno di squadra. È stanco di stare a dieta e ora vuole banchettare con tutto ciò che ha perso finora. Vuole godersi il duro lavoro degno dei frutti di un lungo apprendistato.

La Ferrari, con lui, ha tutte le intenzioni di assaporare un boccone del sontuoso pasto rappresentato dalla rivoluzione normativa del 2022. I rivali sono dietro, alcuni per problemi di affidabilità, altri per prestazioni pure. Alcune opportunità non accadono tutti i giorni: questa Leclerc lo sa ed è ora il favorito ai Mondiali, con un’enorme responsabilità sulle spalle, Ora tocca a loro interrompere per 15 anni lo sciopero della fame a Maranello.


Scrittore di F1: Marco Santini , @santifunoat

visivo: F1, Scuderia Ferrari, Oracle Red Bull Racing

Leave a Reply

Your email address will not be published.