Masters 1000 Monte Carlo: Che peccato il genitivo peccatore!! Nel fotofinish l’azzurro si arrende ad Alexander Zverev

Jannik Papi Ita, 16.08.2001 - Foto Getty Images

Jannik Papi Ita, 16.08.2001 – Foto Getty Images

peccatore genetico La partita gioca ai massimi livelli ma non è bastata a sconfiggere Alexander Zverev nei quarti di finale del torneo Masters 1000 di Montecarlo.
Nella terza partita dei quarti di finale al “Corte Ranieri III” il 20enne, n.12 ATP e nona testa di serie di Sesto Pusteria, ha affrontato con il punteggio di 57 63 76 (5) in tre ore e otto minuti di giocare a. milf in tedesco Alexander “Sasha” Zverevn.3 in classifica e secondo favorito in seeding.
Peccato per Jannik che nelle fasi decisive del match è stato ancora meno chiaro in quanto Zverev è stato davvero inaffidabile nel recupero e aveva diagonali complicate da gestire.

primo set: 1 a 4 sotto Papi (break subito a 0 nel quarto game), che recupera il break nel settimo game con Zverev che colpisce di rovescio in rete dopo un lungo scambio sul break ball.
Al 5 par Zverev, sotto la pressione del peccatore, soprattutto quando ha dovuto battere la seconda di servizio, ha commesso due doppi falli e uno fatale in break ball dopo aver sbagliato una palla per 6 a 5, invece è stato dipinto di punto in bianco C’è stato un break, dopo di che ha mantenuto la battuta a 0 nella partita successiva e ha portato a casa una frazione di 7 a 5 combattuta con un asso fuori dal set ball.

Secondo set: Papi è andato 2 a 1 con il servizio in mano e ha fallito gravemente nel quarto gioco quando ha perso il servizio per 30 con un sanguinoso doppio fallo al break point.
A 2 tutti i tedeschi sono stati bravi a fermare l’impulso di Sinner annullando due break point e tenendo un gioco di battuta fondamentale.
Al cambio campo il fisioterapista è intervenuto per un problema alla coscia destra di Teutnik, che, alla ripartenza sul 4 a 3, 30-15, ha conquistato tre punti consecutivi e si è procurato un break con Janic, che aveva segnato un grave 30 su 30. A comodo dritto al volo in rete sbagliato dell’errore che lo avrebbe portato in gioco di palla.
Dalle 5 alle 3 Zverev ha servito alle 15 e ha servito bene e ha portato a casa il parziale dalle 6 alle 3.

terzo set: Jannik si è preso una pausa dalla sconfitta due volte. La controfrenatrice azzurra si porta sull’1 a 2 dopo aver perso il servizio nel terzo game.
Sempre a 3 il nuovo break del tedesco che è passato da 5 a 3 ma quando ha servito 5 a 4 per eguagliare Jannick è stato molto bravo al rompicapo teutonico e ha preso il 5.
Al 5 su 5 Jannik è stato bravo a cancellare un break point ea mantenere il tempo di servizio dopo una lunga partita ed è andato al tiebreak dopo che Zverev ha tenuto il servizio al turn 0 con la destra.
Al tiebreak Papi va 4 a 3 e serve a sua disposizione e al punto successivo commette un pesante errore di punizione.
Su un analogo nuovo errore sul 5 azzurro, che ha deviato in rete un rovescio dopo un lungo scambio per regalare al tennista tedesco 7 punti a 5 nel punto successivo.

ATP Montecarlo

peccatore genetico [9]

7

3

6

Alexander Zverev [2]

5

6

7

Vincitore: La Bestia

3 assi 5
3 doppia colpa 6
55/100 (55%) Primo servizio 80/113 (71%)
40/55 (73%) Punti Primo Servizio Vinti 55/80 (69%)
17/45 (38%) ha vinto la seconda di servizio 14/33 (42%)
3/8 (38%) Punti di rottura salvati 7/12 (58%)
16 partite di servizio giocate 17
25/80 (31%) punteggio di risposta al primo servizio 15/55 (27%) vinto
19/33 (58%) Ha vinto punti di ritorno sul secondo servizio 28/45 (62%)
5/12 (42%) Break point cambiati 5/8 (63%)
17 partite di ritorno giocate 16
13/17 (76%) punti netti vinti 15/23 (65%)
32 Vincitore 38
38 Errore non forzato 32
57/100 (57%) Punti Servizio 69/113 (61%) Vinto
44/113 (39%) punti di ritorno 43/100 (43%) vinti
101/213 (47%) Totale voti 112/213 (53%) Vinti
207 km/h velocità massima 224 km/h
193 km/h Velocità media del primo tagliando 208 km/h
151 km/h secondo servizio velocità media 152 km/h

Leave a Reply

Your email address will not be published.