Live Reviews – Napoli-Fiorentina 2-3 (29′ Nico Gonzalez, 58′ Mertens, 66′ Icone, 72′ Cabral, 84′ Osimen): Cascate Azurri a Maradona

Live Reviews - Napoli-Fiorentina 2-3 (29' Nico Gonzalez, 58' Mertens, 66' Icone, 72' Cabral, 84' Osimen): Cascate Azurri a Maradona

TuttoNapoli.net

© www.imagephotoagency.it . foto su

La Fiorentina batte Maradona e batte il Napoli: Brutto ko per gli Azzurri, gara scudetto complicata adesso.

16.58 – Finisce qui

93′ – Collagene! Dopo uno stop di petto e un tiro dalla sinistra lo spagnolo si sposta all’esterno della rete.

90′ – Cinque minuti di recupero

88′ – Giallo ad Ikoné per un fermo su Lozano.

87′ – A Napoli anche sostituzione: esce Mario Rui ed entra Gholam.

86′ – Tre cambi per la Fiorentina: fuori Igor, Cabral e Nico Gonzalez, dentro Quarta e Cocorin e Callejon.

84′ – GOOOOOOLIII di Napoleone!!! Lancia in campo per Osimhen che si ferma di petto e fa partire un destro terrificante che sconfigge Teraciano. gioco riaperto

80′ – Sostituzione per il Napoli: fuori Insigne, dentro Elmas. Esce anche Lobotka, sostituito da Deme.

78′ – Problema al polpaccio per Osimhen. Immediato l’intervento del personale medico.

77′ – Mertens! Il colpo di testa del Belgio è di un passaggio che non arriva allo specchio.

75′ – Insegne! Ennesima azione individuale sul numero 24: un destro normale, non troppo largo.

72′ – GOL DI FIORENTINA! Cabral riceve la sinistra, prende di mira Lobotka e va. Il brasiliano, al primo giro, salta alla conclusione sul secondo palo, e colpisce l’angolo per 3-1 Viola!

69′ – Gol annullato a Lozano! Tiro in profondità del messicano, che si trova a tu per tu con Terraciano, balza in alto e lo deposita in rete. Ma si alza la bandierina: fuorigioco.

66′ – GOL DI FIORENTINA! Nico Gonzalez inizia il contropiede e pesca Iacon dalla parte opposta: stop con petto in alto e destro sinistro in angolo. Fiorentina di nuovo in vantaggio!

65′ – Doppio cambio per la Fiorentina: fuori Saponara e Duncan, dentro Ikonè e Maleh.

64′ – Apertura sulla sinistra per Saponara. Est Empoli punta Zanoli, atterra e crossa: Ospina esce e blocca.

60′ – Altra tasca per Osimhen, in uscita Teraciano copre palla e lo accompagna in uscita.

58′ – Il gol di Napoleone!!!! Osimhen attacca le profondità e viene ricompensato da Insigne. Il nigeriano appoggia Mertens al limite del campo, primo tiro voluto dal belga e palla che finisce in buca d’angolo. 1-1 per Maradona.

56′ – Seconda sostituzione per il Napoli: esce Fabian Ruiz ed entra in campo Mertens.

52′ – Freno di Mario Rui che prova ad andare verso Osimhen: esce Igor.

48′ – Ancora pericoloso il Napoli con Osimhen che calcia in precario equilibrio: palla fuori rete.

47′ – Insigne va a servire una punizione dal limite: il suo tentativo finisce sopra la traversa.

16.08 – Iniziano le riprese

16.07 – Cambio rapido a intervalli per Spalletti: fuori Politano e dentro Lozano.

Il primo tempo di Maradona si è concluso con una sconfitta contro il Napoli. In mezz’ora Nico Gonzalez ha sbloccato il match più equilibrato e divertente di sempre. squadre negli spogliatoi

15.50 – Fine primo tempo

45′ – 2 minuti di recupero.

42′ – Il Napoli opera ancora con le solite insegne sulla sinistra. Il capitano converge al centro, esplode a destra e viene bloccato.

40′- Qualche problema fisico per Castrovili, fermo a terra dopo essere stato opposto a Koulibaly.

38′ – Si fa sentire un po’ il gol della Fiorentina, il Napoli meno preciso di qualche minuto prima.

34′ – Mario Rui! Il portoghese conquista Venuti e prova a sorprendere Teraciano da posizione defilata: pallone alto tra i baffi.

31′ – Il Napoli prova subito a reagire ma sbaglia un cross con Mario Rui.

29′ – GOL DI FIORENTINA! La sovrapposizione del birgi che va alla croce. La palla va a sbattere sul secondo palo dove Duncan la centra. Rahmani si allontana ma sui piedi di Nico Gonzalez: controllo e sinistro in sette, irrefrenabile per Ospina, 1-0 per la Fiorentina!

27′ – Tutto bene per Osimhen: il nigeriano si rialza. Un piccolo spray per i nigeriani che tornano in campo.

26′ – Tosta contro Igor-Osimen, vive in terra nigeriana.

23′ – Insigne colpisce Venuti, sposta la palla e prova il tiro: palla debole che finisce senza problemi tra le braccia di Teraciano.

22′ – Partita molto divertente e dura fino ad ora. Meglio il Napoli finora, ma la Fiorentina non sbaglia ad attaccare con coraggio.

18′ – Castrovili ci prova da lontano con un sinistro, ma il tiro finisce in curva.

17′ – Tifoso di Nico González per Birghi: il capitano viola colpisce duro in porta, Ospina devia in corner.

14′ – Gol annullato a Napoli! Ottima giocata di Fabian che rientra in campo ai box per Zielinski: Cross al centro per Osimhen che sopporta di pochi passi. Ma la bandiera è alzata, fuori dai nigeriani.

11′ – Milenkovic si reca a Lobotka e riceve il primo cartellino giallo del match.

9′ – Segno! Neela prova il pallonetto del capitano: palla alta, la Fiorentina scappa.

8′ – Osimhen! Zilinski in campo per Osimhen: colpo di testa del nigeriano che finisce sul filo dei baffi. L’arbitro indica quindi la posizione di fuorigioco dell’attaccante blu.

7′ – Insigne sullo sviluppo di una punizione calcia dritto in porta: palla deviata in angolo.

5′ – Castrovili insigne per il Napoli, stende una punizione dalla sinistra.

3′ – per il pallone insigne che è in posizione regolare. Messo in campo per Osimhen, bravo a fermare Igor.

03.03 – Festa! iniziare la partita

14.59 – Squadre in campo

14.52 – Flash mob per la pace a Maradona. In collaborazione con la radio ufficiale Kiss Kiss Napoli, SSCNapoli ha organizzato un flash mob a favore della popolazione ucraina colpita dalla guerra. Mentre il relatore di Maradona Decibel Bellini leggeva un messaggio per la pace, il pubblico dello stabilimento di Fuorigrota ha gridato: “Fermate la guerra!,

14.49 – Luciano SpallettiIl tecnico del Napoli ha parlato al microfono di Dazn prima della partita contro la Fiorentina: “Abbiamo raggiunto il picco di consapevolezza, anche questa settimana ho visto persone impegnarsi molto per dare il meglio di sé in questa partita. C’è una cosa fondamentale nel nostro gruppo: tutti stanno facendo la stessa cosa. E questo è il segnale più importante di tutti”.

14.38 – Matteo PolitanoL’attaccante del Napoli ha parlato al microfono di Dazn prima della partita contro la Fiorentina: I tifosi sono sempre stati con noi anche nei momenti difficili. Oggi lo ha dimostrato venendo allo stadio.

14.00 – Ufficiali le formazioni Napoli-Fiorentina, partita a 15 valida per la 32a giornata di campionato. Dopo un attacco influenzale Spaletti cura Rahmani negli estremisti, Kosovar torna al centro della difesa ad affiancare Kolibli. Zanoli a destra e Mario Rui a sinistra si confermano a completare la linea dei quattro davanti a Ospina. A centrocampo torna da titolare Fabian Ruiz al posto dello squalificato Anguisa, con lo spagnolo che conferma Lobotka in cabina di regia e lascia Zilinski al centro. Politano e Insigne confermati sugli esterni, insieme a Osimhene in attacco. Nella sua seconda Fiorentina consecutiva da titolare per Cabral, l’aggiunta ha confermato l’attesa di Eve di completare il tridente con Saponara e Nico Gonzalez e Amarabat al posto di Torreira.

Napoli (4-3-3): Ospina; Zanoli, Rahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinsky; Politano, Ocimene, Insigne. Gregge Spalati.

fiorentina (4-3-3): terrazzo; Dai, Milenkovic, Igor, Birghi; Duncan, Amrabat, Castrovili; Nico Gonzalez, Cabral, Saponara. Tutto italiano.

12.30 – Aamir Rahmani non si è allenato ieri a causa di una lieve influenza. È stato però convocato per la partita contro la Fiorentina, ma secondo Sky Sport Luciano Spalletti è pronto a lasciarlo in panchina e riprendere Juan Jesus, come con l’Atalanta. Quanto al resto delle scelte fatte – riporta l’emittente satellitare – con Politano e Insigne davanti a Oximen

12.00 – Tornelli aperti: ieri il club ha invitato i tifosi ad arrivare in anticipo per completare i controlli in anticipo ed evitare code all’ingresso.

11.00 – Luciano Spalletti ha diffuso l’elenco dei convocati per la sfida di oggi contro la Fiorentina. Tuttavia, sono stati sollevati dubbi sull’effetto Rahmani. Nella cronaca c’è il ritorno di Meret, mentre Petagna e Onas sono indisponibili. Di seguito l’elenco completo. Rosa Azurri: Ospina, Meret, Marfela, Juan Jesus, Koulibaly, Gholam, Mario Rui, Rahmani, Tuanzebe, Zanoli, Deme, Elmas, Fabian Ruiz, Lobotka, Zilinski, Insigne, Lozano, Mertens, Osimen, Politano.

Spalletti è squalificato senza Anguisa (a parte gli infortuni di Di Lorenzo, Onas e Petagna), ma potrà contare su Osimhene in piena ripresa in attacco (“Sta bene, ci sarà, ci siamo riusciti quando ha sentito un fastidio) Politano (con Lozano al ballottaggio), sostenuto da Zielinski e Insigne. Fabian torna in mezzo in coppia con Lobotka, mentre Mario torna in difesa di Koulibaly con Rui e il giovane Zanoli. Contrasto con dubbi sul compagno: Rahmani ha scontato una squalifica , ma salta l’allenamento una lieve influenza di stato e artiglia Juan Jesus. La decisione di Spalletti arriverà probabilmente dopo aver valutato in mattinata l’andamento delle condizioni del difensore

Con un incremento di oltre 50mila spettatori, in pratica sold out al 100% della capienza, il Napoli dovrà migliorare la propria prestazione casalinga (settima di campionato) a Fuorigrota, dove ha vinto solo tre delle ultime otto gare di Serie A e Quattro dei cinque ko di questo campionato sono stati trattati: “Le difficoltà sono più là fuori che in casa, è chiaro, quindi vincere quelle partite vale di più che perdere in casa. Se si ripassano le partite qualche puntata – il ricordo di Spalletti – siamo riusciti a perdere senza subire un tiro in porta (Empoli & Spezia, ndr) L’ultima in casa è stata grandiosa, tutto lo stadio è il pezzo che ci mancava, è un mantello che ti avvolge, può farti diventare supereroe”.

“Sarebbe ridicolo non ammettere che ci siamo! Il momento in cui ci ho creduto di più? Questo, ora! Ma sono partito con questa intenzione, fin dalla prima conferenza ho detto che avevo bisogno di una squadra consapevole. E ho un sognare Adesso è facile da capire: ma non è detto. Proprio come negli spogliatoi”. Una vigilia tutt’altro che insignificante per Luciano Spalletti, che a questo punto del campionato non si nasconde, pur consapevole che l’handicap più grande sulle carte davanti a lui è ancora da giocare, l’italiano Fiorentina, ‘Non senza difficoltà ed aver già vinto la Coppa Italia a Fuorigrota nei tempi supplementari: “La partita è infida, loro giocano un calcio moderno, vengono da te, gestiscono il pallone, hanno il ritmo, la pressione e il gioco è sul fuori perché lì attaccano molto, partita durissima ma sappiamo cosa dobbiamo fare e cercheremo di vincerla anche se l’ultimo tempo l’abbiamo preso 5 volte”, di Spalletti La squadra che si ricordava dell’ultimo precedente negativo per dare di più energia al passaggio ripetuto.

Amici di Tuttonapoli, Buongiorno e Napoli-Fiorentina. benvenuto al testo diretto di

Leave a Reply

Your email address will not be published.