L’editoriale di Chiariello: “Spalletti sei l’uomo giusto? Perché togli Mertens sul 2-0?”

“E’ vero che abbiamo assaporato il sogno scudetto, ma non per merito tuo ma per demerito degli altri, che ci hanno aspettato fino a tre volte”.

VIDEO - L'editoriale di Chiariello:

Nel corso di ‘Campania Sport’ su Canale 21sega il giornalista Umberto Chiariello ha commentato nel suo editoriale l’incredibile ko del Napoli a Empoli: “D’accordo Meret un pollo, siamo tutti contenti adesso? Malcuit scarso, l’ho sempre detto. Sono colpevoli gli errori individuali e allora la finiamola qua. No, sarebbe troppo semplicistico. Il pomeriggio calcistico del Napoli aveva avuto un antefatto importantissimo, la Roma di Mourinho aveva perso nettamente dall’Inter e la Fiorentina era caduta a Salerno, due squadre che avevano dominato col Napoli. La Salernitana di Nicola, voleva vincere assolutamente ed ha vinto. E come avevo detto la settimana scorsa c’erano più possibilità che la Salernitana si salvasse che il Napoli vincesse lo scudetto. C’è un vecchio detto latino che dice ‘errare humanum est, perseverare autem diabolicum’, qua mi viene in mente un brano musicale della west cost americana ‘Deja vu’, perché stiamo assistendo a un qualcosa di già visto.

Cosa ci ricorda la partita di oggi? Quella di Reggio Emilia col Sassuolo, oggi il Napoli contro l’Empoli ha l’indicibile, ma ha trovato il gol, con chi? Con Mertens, alla prima partita, dicasi prima da titolare insieme a Osimhen. Cross di Lozano, velo del nigeriano e gol di Mertens, che finalmente riempie l’area di rigore. L’Empoli gioca ma la classe va al potere. A Sassuolo il Napoli domina, mai visto giocare così quest’anno. Poi Spalletti toglie un attaccante, poi ne toglie il secondo e il terzo, cioè il Napoli senza attaccanti. Sapete come finita quella partita? 3-2 per il Sassuolo, ah no perché hanno annullato un gol ai neroverdi se no altrimenti sarebbe perso quella partita, finita 2-2. Oggi succede la catastrofe, stavolta il giocatore dell’Empoli per 2 cm era in posizione regolare. Ancora una volta, dopo Fiorentina e Roma, i cambi sono stati sbagliati. Caro Spalletti mi devi spiegare se c’è un obbligo giuridico per togliere i giocatori dal campo? Ma se Giroud e Dzeko che hanno 36 cambi giocano 94 minuti e non escono dal campo facilmente, perché Mertens deve uscire prima dei 70 minuti sul 2-0? C’è un obbligo? E’ in affanno? Per niente! Il Napoli dopo un primo tempo affannoso andato avanti nel secondo tempo sul 2-0, ha fatto l’azione del 3-0 per poco non concretizzato, in total controllo, l’Empoli non c’è! Perché mi devi togliere prima Mertens e poi Insigne se stanno bene? C’è un motivo specifico? Poi metti Zielinski a destra, poi lo metti al centro e metti Politano a destra, ma perché? L’unico giocatore che dovevi sostituire, dopo Zanoli con Malcuit che però essere un giocatore scarso, sappiamo era Fabian Ruiz con Demme se proprio volevi tenere il forte e non l’hai fatto!

E’ vero che abbiamo assaporato il sogno scudetto, ma non per merito tuo ma per demerito degli altri, che ci hanno aspettato fino a tre volte. E noi con Milan, Fiorentina e Roma facciamo un punto e concediamo 6 punti all’Empoli. Andiamo in dominio totale con Sassuolo ed Empoli, cambia tutto, togli gli attaccanti e pareggi o perdi la partita. Allora Spalletti qualcosa ce la devi spiegare, perché ha un contratto lungo. Sei l’uomo del rinnovamento, secondo De Laurentiis, perché il Napoli lo rinnoverà quest’estate abbondantemente. Ma sei l’uomo giusto? Ci hai fatto sognare con tante vittorie e l’ultimo scoppiettante perché la testa dei giocatori era libera, ma nel momento in cui dovevate nascere tu ei tuoi ragazzi siete venuti meno! A casa mia si chiama piatto vacante!,

Leave a Reply

Your email address will not be published.