Las Vegas 2023 è l’ascesa di Liberty Media

Abbiamo pensato a lungo se Promotore USA Per la F1 e finalmente siamo serviti. Presoiberty media significa per gp spettacolointrattenimento e un sacco di soldi per andare, con un terzo GP degli Stati Uniti nel 2023, cioè Austin, miami E, ascolta all’unisono, Las Vegas, Dopo essere tornato in F1 con la capitale mondiale del gioco d’azzardo (e, uh, non solo) Biennio 1981-1982ma di passaggio Parcheggio Caesar Palace fare qualcosa di diverso, vale a dire a circuito stradale molto centrale Con 14 curve, 6,12 km di sviluppo, 50 giri di gara e una velocità massima dell’ordine di 340 km/h. In breve, un storia veraAnche una vera favola.

parere dell’ex pilota

Per saperne di più possiamo parlare insieme Enrico BertagiaL’ex F.1 e campione di F.3 tra Monaco, Macao e la serie tricolore, che ora ha vinto tanti soldi come manager di una megascuola guida a dieci miglia a nord della città: “L’idea di un GP a Las Vegas è in giro da più di un anno, tanto che te ne ho parlato per mesi e mesi come un rumor e ora è una realtà. E ti dico che rappresenta un colpo innovazione, sia in termini di struttura che di mezzi In primo luogo, non ci sono più parcheggi adibiti al GP, come l’Area 48 del vecchio Salone di Bologna, ma una pista vera e propria, che è la città Una prima sezione tecnica e altamente orientata, che poi porterebbe ad un rettilineo spettacolare sdoppiamento come Baku, con una velocità finale stellare, circa 340 km/s. Ora 8 per svoltare, dove si trova il Waldorf Astoria Hotel, è lì che abito, con una curva a sinistra che sarebbe molto impegnativo, soprattutto in frenata Una bella sfida di guida, molto pianeggiante e avanti in città Anche se sicuramente è anche tecnico, pensandolo come pilota vedo una grande opportunità di competizione e spettacolo. E a livello mediatico lascia che ti dica che questa è la prima volta. A chi piace l’idea dell’America… in questi giorni non si parla d’altro, perché grazie alla serie Netflix “Guidare per sopravvivere” La F1 non è più una disciplina fredda, lontana e sconosciuta, ma a serie tv emozionanti, insieme a qualcuno come Günther Steiner, considerato una vera star. Ciò significa che, forse per la prima volta nella storia, il circo è stato apprezzato, seguito e amato dagli americani”.

GP3 prodotto negli Stati Uniti. diventare

e che rappresenta a rivoluzione Ed è anche per questo che il GP degli Stati Uniti diventerà tre, perché in questo momento ci sono soldi da investire e guadagnare, come in America solo i paesi arabi. Siamo di fronte a un commercio oceanico, l’equivalente di un solo piccolo Paese dell’africa, In altre parole, l’organizzazione di un GP finora non ha nulla a che fare con la storia e la tradizione, ma è più simile al concetto di un mega-concerto: lo fai dove ti senti meglio, punto. “Inoltre, Las Vegas ha pochi rivali nel mondo dell’ospitalità e della concentrazione di denaro, se si considera che la città alla sua più grande convention dedicata alla tecnologia ospita ben 400mila visitatori in più ed ecco Venezia e MGM. Il complesso è uno dei i due hotel del Grande più grandi del mondo, con rispettivamente 7500 e 5500 camere, e poi il percorso monoposto con la struttura della “Sfera”, installazione faraonica e fantascientifica, The Curve. -7, che stupirebbe il mondo.In altre parole – sottolinea Enrico -, siamo di fronte a un grande evento dalle potenzialità globali, sfidato da on track e copertura mediatica”.

Liberty Media balla da solo

Non è un caso che questa volta Liberty Media farà tutto da solonon agire come uno solo promotore F1 ma anche Manager in loco, in Partnership Con Live Nation. Quindi questa volta lo canta e lo balla, perché la torta è così grande Possiamo mangiarlo tutto anche noi. Forse durante il weekend del Ringraziamento, sarebbe Giovedì 23 novembre 2023A partire dalle 22:00 locali, con la gara in programma sabato Prime Time della costa occidentale degli Stati Uniticioè domenica alle 01:00 ora di New York e alle 19:00 ora di Roma. “La verità è che così facendo vogliono riempire Las Vegas di europei, perché agli americani piace stare a casa per il Ringraziamento e per l’America, che è il fine settimana più lento dell’anno. Io, ovviamente, voglio divertirmi, sarò lì per tutto. Pensa a te stesso, vivo qui a Monte Carlo e ora voglio solo una casa a Macao, poi ho fatto una fila lungo i binari della città!” – scherza

Enrico Bertagia e il bello è che ha ragione anche lui… intanto lì Domanda che ci siamo posti nel 2016 Hanno finalmente ottenuto una risposta con l’ingresso di Liberty Media. Ci chiedevamo come sarebbe andata la F1 in pista e invece è rimasta più o meno la stessa. Il gioco cambia un po’, sono le posizioni dei giochi che sono cambiate. Vai dove ci sono più dollari, non la traccia leggendaria. È tutto. In alcune parole commoventi, Liberty Media ha gli stessi punti di forza e di debolezza di Bernie Ecclestone, oltre ai propri.

Leave a Reply

Your email address will not be published.