La cessione del Milan a Investcorp: un miliardo è pronto

Il fondo punta a riportare il club a vincere la Champions League: ora ha due settimane di colloqui esclusivi con Elliott

Dentro o fuori in poche settimane. Aprile potrebbe essere il mese della svolta del rosario: potrebbe segnare l’inizio di una nuova era. Se Investcorp diventa il nuovo proprietario del Milan, lo sapremo molto presto: la due diligence, l’analisi dei conti, scadrà presto. I colloqui esclusivi tra il fondo con sede in Bahrain ed Elliott dureranno per un massimo di quindici giorni. Il denaro è pronto. La stagione del gioco iniziata con Singer potrebbe concludersi con un nuovo proprietario.

Perché il Milan?

,

Investcorp desidera fortemente l’abbinamento. Lo ha scelto e intende incorporarlo nel suo patrimonio. La galassia di proprietà del fondo ha marchi famosi in tutto il mondo. Un’operazione simile in Italia è stata realizzata con il marchio Gucci nella moda: storia, tradizione, riconoscimento globale, valore aziendale. Il Milan soddisfa requisiti simili nello sport: per questo Investcorp considera il club pienamente funzionale al suo progetto di sviluppo. È quello che è: riconosciuto il merito di Elliott nel ricostruire e rilanciare l’azienda a livello nazionale e non solo, la proprietà araba intende riportare Milano a competere per scopi nobili. Non più prendere parte alla Champions League, ma giocare per vincerla. All’acquisizione di Milano con Investcorp ha partecipato anche Mubadala, l’Abu Dhabi Sovereign Fund, che detiene il 20% della società finanziaria del Bahrain e il cui amministratore delegato è Khaldun Al-Mubarak, presidente della città.

dal Bahrain al mondo

,

Con sede a Manama, Bahrain, Investcorp ha assunto negli anni una dimensione planetaria: i suoi uffici e le sue agenzie sono sparsi in tutto il mondo. Dopo essere stata una delle prime società di private equity ad investire nel nostro Paese, ora cerca di rinnovare il suo rapporto con l’Italia. Dal 2015 l’Omani Mohammed bin Mahfud Alardhi ne è il presidente esecutivo: sotto la sua gestione ha raggiunto l’obiettivo dichiarato di raddoppiare gli asset in gestione. Segue l’accordo con Elliot per l’abbinamento di persona: i colloqui speciali si sono svolti prima dell’inizio del mese e ora includono due settimane di colloqui tra le parti. Ieri Allardi si è presentato in un tweet in inglese ai tifosi rossoneri (che hanno risposto con centinaia di commenti entusiasti): “Congratulazioni al Milan per essere tornato in testa al campionato italiano. Pasqua al club, ai suoi tifosi e a tutti loro. “Auguri a chi festeggia questa ricorrenza”. Se Alardhi possa avere anche un ruolo operativo nel club è troppo presto per dirlo.

fasi della transazione

,

Di certo è pronto a investire un miliardo di euro con Investcorp. La due diligence è attiva e ci vorrà ancora un po’ di tempo per completarla. Il bilancio è in ordine e trasparente: le passività sono scese da -195 milioni di giugno 2020 a -96 milioni nell’estate ’21, con Elliott che si è dimezzato in rosso a giugno di quest’anno. Le parti avrebbero annunciato una possibile fine delle trattative una volta chiusi i Campionati: la notizia era uscita prima delle previsioni. Da tenere in considerazione anche le tempistiche del progetto per il nuovo stadio: in bolletta anche l’impianto sportivo ancora da realizzare per oltre mille milioni di euro. Investcorp sta esaminando questa pratica: potrebbe voler ripensare il design esistente a favore di uno stadio più spazioso. Elliot non esclude l’ipotesi di vendita. Semmai sottolinea che la ricerca di potenziali acquirenti non è iniziata a New York. E si ricorda l’opera di ricostruzione del Milan: dalla fondazione alla vetta della classifica, alla ricostruzione della Champions League. Una combinazione di prestazioni sportive e finanziarie di prim’ordine che rivendica l’esclusività del club: un motivo che lo ha reso nuovamente attraente, favorendo l’interesse dei grandi investitori internazionali. Investcorp ha guidato in modo più deciso di altri. E aprile potrebbe già essere il mese decisivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.