Juventus, conferenza di Allegri verso Bologna Live

Il tecnico bianconero parla alla vigilia del match con Rosobli: “Bonucci-Chiellini in dubbio in difesa, Zacharias e Rabiot possono bastare a centrocampo”

verde bolognese Per assicurarsi il quarto posto e, magari, sgranocchiare qualche punto a chi è davanti. è l’obiettivo Juventus di Max Allegri, che sabato all’Allianz Stadium affronterà Rosoblas reduce dalla decisiva vittoria contro la Sampdoria. “Questo è un momento importante – ha detto in conferenza stampa il tecnico della Juventus -. Per raggiungere la Champions bisogna segnare almeno 10 punti nelle prossime sei partite”. in difesa scrutinio bonucci-chiellini affiancare di leggeDovrebbe giocare a centrocampo Zaccaria e Rabiot 4-2-3-1. in,

conferenza di allegri

in termini di squadra

“Dopo una buona settimana di lavoro siamo arrivati ​​bene. Innanzitutto, però, vorrei fare i complimenti a Sinisa e augurarle una pronta guarigione. È fisicamente in forma, ha pareggiato a Milano e le ultime due vinte in casa. Non sarà facile e servono punti per il quarto posto”.

Bonucci. A questo proposito

“Leonardo sta bene, ma devo decidere tra lui e Chiellini perché poi mercoledì c’è la gara di ritorno di coppa”.

sulla Coppa Italia

“Facciamo un passo alla volta, domani c’è il Bologna e mancano ancora sei partite di campionato. Bisogna stare molto attenti e fare tanti punti, ci vogliono almeno 10 per assicurarsi la Champions”. Perché anche in le ultime due giornate affronteremo due squadre che si rincorrono (Lazio e Fiorentina, ndr). Alla Coppa di domani penseremo”.

Sugli italiani fuori dall’Europa e sull’Italia fuori dai Mondiali

“Significa molto e niente. Siamo passati dall’esagerazione a questa situazione per Euro 2020, ma è un problema comune, basta guardare la differenza di guadagni con il campionato inglese. I problemi capitano sempre, non solo quando gli italiani lasciano l’Europa. Facciamo troppo per restare con la testa sotto la sabbia, dobbiamo prendere una strada e seguirla, ma in Italia si passa, sono contento per la Roma e per l’Atalanta scusa, certo dovremo fare meglio l’anno prossimo “.

I progressi della Juve

“Al momento potremmo essere soddisfatti, ma l’obiettivo di entrare tra i primi quattro non è ancora stato raggiunto. Sono contento di come è cresciuta e sta facendo la squadra, quindi mi dispiace perché siamo fuori Champions League e noi hanno perso la Supercoppa, ma poi dobbiamo vedere se hai gettato le basi per il futuro e credo che abbiamo fatto un buon viaggio insieme quest’anno”.

ciò che lo ha soddisfatto di più

“Come sono cresciuti il ​​gruppo ei singoli giocatori in questi mesi. Adesso però siamo a un momento cruciale, dobbiamo raggiungere l’obiettivo minimo che è il quarto posto e ora contano solo tre punti”.

Sua Piazza e Danilo

“Il rinnovo delle presenze di Juan è stato automatico, Danilo potrebbe darci una mano: devo ancora decidere se giocarne tre o due, in quest’ultimo caso basteranno Zak e Rabiot”.

la tua gentilezza

“Sono stato fortunato ad averlo a Cagliari, sta facendo bene e sta crescendo in posizione. Sta bene e la squadra sta bene, mi aspetto da lui tanto quanto tutti gli altri. Soprattutto, dobbiamo fare più punti possibili. Noi dobbiamo essere sicuri. Questa è la posizione che abbiamo in questo momento”.

sulla sconfitta interiore

“In realtà, perdere 5 partite in casa influisce molto, l’anno prossimo dobbiamo migliorarci”.

rimpiangere di non essere andato all’estero

“Assolutamente nessuno. Sono molto contento di essere tornato alla Juve, ho anche il figlio più giovane che vive a Torino e quindi dipende anche da questo. Voglio quattro anni buoni per costruire qualcosa di importante. Non ho rimpianti No, sì un bel lavoro e cerco di strappare qualche soddisfazione”.

su appassionato

“Ha fatto delle cose importanti quest’anno, anche se altre stanno facendo meglio ora. L’importante è che sappia essere preparato”.

su vlahovic

“Spero che diventi il ​​capocannoniere e ci garantisca di entrare tra i primi quattro con i suoi gol. Domani giocherà”.

Sull’ira di Nedved in tribuna

“E’ normale, è difficile stare fermi durante le partite… Stiamo facendo un ottimo lavoro con Cherubini, Arrivabene e con loro il presidente. Per chiudere bene quest’anno e iniziare ancora meglio il prossimo Tutte le condizioni ci sono”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.