I 13 migliori tennisti di tutti i tempi

Dal 1877 al 1968, cioè prima dell’inizio dell’era Open, i tornei del Grande Slam venivano vinti solo da giocatori americani, britannici o australiani. Dal 1968 hanno vinto tennisti di 20 paesi diversi.

Vincere un torneo del Grande Slam è l’orgoglio di un’intera carriera per qualsiasi tennista. E pochissime persone riescono a farne un’abitudine. Di seguito elenchiamo (non definitive e aperte a commenti, critiche e variazioni) le classifiche dei migliori tennisti di tutti i tempi.

# 13 Andre Agassi

Considerato (prima dei Big Three) il miglior tennista di ritorno al servizio che il gioco abbia mai visto, Andre Agassi, insieme al suo amico diventato rivale Pete Sampras, ha dominato la scena tra gli anni ’90 e 2000.

È stato il primo giocatore a ricevere il “Career Super Slam”, come scrive Sports Illustrated Magazine, che consiste in 4 tornei del Grande Slam, oro olimpico e una finale ATP.

Ha vinto 8 major di cui 4 Australian Open.

# 12 John McEnroe

Se si contano solo Wimbledon e US Open (o se avesse risultati simili a Parigi e Melbourne, come a Londra e New York) John McEnroe sarebbe più vicino ai Big Three in questa particolare classifica. Le 7 vittorie in singolare e 9 in doppio nelle Majors sono, infatti, tutti campionati e concentrate a Flushing Meadows.

Giocatore irritabile e ostile, ha mostrato un talento incredibile in campo, soprattutto in rete. Memorabili i suoi “sbrochi” (soprattutto contro gli arbitri) e la sua rivalità con Björn Borg.

# 11 Ken Roswell

La particolarità di KR è che è stato sia il più giovane che il più anziano vincitore degli Australian Open, la prima volta nel 1953 all’età di 19 anni, l’ultima nel 1972 all’età di 38 anni.

Anche per lui 8 vittorie in singolare, oltre a 11 vittorie in doppio. Alla fine ha vinto 4 Coppe Davis con la squadra australiana.

# 10 Evan Lendl

È l’unico tennista nella storia ad avere un record di vittorie di oltre il 90% in cinque anni diversi. Ha vinto 94 titoli ATP di cui 8 tornei del Grande Slam. Ha scalato la classifica per la prima volta nel febbraio 1983, nonostante non avesse ancora vinto alcun premio importante.

Non riuscì mai a vincere a Wimbledon, avvicinandosi molto nel 1986 e nel 1987, perdendo in finale contro Boris Becker e Pat Cash.

# 9 Jimmy Connors

Il suo record di 109 titoli ATP pubblicati in bacheca è imbattuto. È stato il numero 1 al mondo cinque volte in 160 settimane consecutive tra il 1974 e il 1977. È uno dei sei giocatori in grado di conquistare la vetta del mondo prima e dopo aver compiuto 30 anni.

Ha vinto 8 tornei del Grande Slam di cui 5 volte (altro record) a New York. È stato inserito nella International Tennis Hall of Fame nel 1998.

# 8 Bill Tilden

“Big Bill” è stato il primo tennista americano a vincere a Wimbledon. Ha vinto 10 titoli del Grande Slam (7 volte a New York e 3 campionati). È stato anche il primo uomo a raggiungere la finale di Londra 10 volte, record battuto da Roger Federer nel 2011.

È stato il numero uno del mondo per sei anni consecutivi tra il 1920 e il 1925, 73 anni dopo, record battuto da Pete Sampras nel 1998. Nel 1924, Bill Tilden non perse una sola partita in singolo durante tutto l’anno.

# 7 Bjorn Borg

L'”Uomo di Ghiaccio” ha vinto il suo primo torneo del Grande Slam a Parigi nel 1974, quando era ancora un adolescente. La sua rivalità con John McEnroe, con le loro personalità opposte, è conosciuta in tutto il mondo, non solo tra gli appassionati di tennis.

Nella sua breve carriera (si ritirò alla giovane età di 26 anni) riuscì a vincere 11 Major (6 Roland-Garros, 5 Wimbledon). Molti credono che se avesse continuato per almeno 30 anni, oggi sarebbe al livello dei Tre Grandi, battendo tutti i record che lo hanno preceduto.

# 6 Rod Laver

Considerato da molti il ​​vero Capro (il più grande di tutti i tempi) per due motivi: ha vinto 11 titoli del Grande Slam e rimane l’unica persona a completare due ‘Calendar Slam’, uno a sette anni di distanza. Non ha partecipato a un Grande Slam per cinque di questi sette anni, come punizione per aver deciso di diventare un professionista. Non è difficile immaginare che, senza questa assenza forzata, avrebbe potuto raggiungere più di 20 Grandi Slam.

# 5 Roy Emerson

Roy Emerson è l’unico giocatore ad aver vinto tutti e 4 i tornei del Grande Slam sia in singolo che in doppio. Ha un record pazzesco: 10 vittorie consecutive nelle Major Finals a cui ha preso parte.

Ha vinto tutti i 12 tornei del Grande Slam negli anni ’60: 5 Australian Open, 2 Roland-Garros, 2 Wimbledon e 2 US Open.

# 4 Pete Sampras

Ci stiamo avvicinando al podio. Pete Sampras è considerato uno dei più grandi interpreti di serve and volley di tutti i tempi e ha vinto 14 tornei del Grande Slam tra il 1990 e il 2002. “Pistol Pete” è stato il numero 1 al mondo per un totale di 286 settimane, incluso un record pazzesco per sei anni consecutivi. tra il 1993 e il 1998.

Ha vinto 2 volte a Melbourne, 7 volte a Wimbledon e 5 volte a New York. Non è mai riuscito a vincere sulla terra rossa a Parigi.


>>> Leggi anche: Le 10 migliori racchette da tennis del 2022, marca per marca


# 3 Novak Djokovic

Anche se non ha mai contattato i fan di Federer e Nadal, è del tutto normale che Noll si impegni nell’eterno dibattito della capra. Ha vinto il suo primo Grande Slam in Australia nel 2008 e ha vinto una serie impressionante di vittorie dal 2011, superando sia Roger che Rafa nella classifica ATP.

Dopo una crisi di due anni causata da un terribile infortunio e una temporanea perdita di fiducia, è tornato al suo livello a metà del 2018 per superare Sampras e poi vincere 20 Grandi Slam con i suoi avversari. È l’uomo che detiene il record per settimane al vertice della classifica ATP, l’unico ad aver chiuso l’anno in testa sette volte.

È l’unica persona ad aver vinto tutti i tornei Slam, le finali ATP e tutti i 9 tornei ATP Master 1000.

#2 Roger Federer

Gli svizzeri si sono fatti conoscere per la vittoria del 2001 su Pete Sampras a Wimbledon nei quarti di finale. Ma nessuno avrebbe potuto immaginare che lui stesso avrebbe battuto il record americano di 7 vittorie in campionato. Eppure è successo, nel 2017, quando ha vinto il suo ottavo titolo sull’erba inglese.

La prima vittoria è arrivata nel 2003 all’età di 21 anni. La sua partita con Nadal a Wimbledon nel 2008 è considerata da molti addetti ai lavori e fan la più grande partita di tutti i tempi.

Ha fatto la storia di questo sport con 20 titoli del Grande Slam. Tuttavia, è difficile immaginare che il record possa essere migliorato nel prossimo futuro, vista l’età ormai avanzata e i recenti problemi fisici.

# 1 Rafael Nadal

Sicuramente il miglior giocatore sulla terra battuta nella storia di questo sport. 58 titoli in carriera su questa superficie, 13 al Roland-Garros, un record assoluto per un tennista in un singolo evento del Grande Slam, che ha perso solo tre volte in 16 anni.

Con il permesso fisico ha ancora una carriera di alto livello di 2-3 anni e grazie ad una straordinaria vittoria in finale agli Australian Open 2022, è riuscito a scavalcare i suoi rivali Federer e Djokovic in 20 con 21 Slam.


Seguici se vuoi rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda il mondo del Tennis pagina Facebook e su di noi Profilo Instagramiscriviti per noi canale telegramma EHI Iscriviti a Manic Monday, Newsletter settimanale sulla febbre del tennis. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Leave a Reply

Your email address will not be published.