GP di Cina 2012: forse quando è cambiata la storia della Mercedes

Photogallery: Tutte le Ferrari dell’Età Moderna

Tempo caldo ai raduni Mercedes

Sports Chronicle ricordato come colui che ha ricevuto GP 2012 in Cina È stata la prima vittoria della Mercedes dal suo ritorno come costruttore nel 2010, ma è semplice, riduttivo dirlo con queste parole. Come è arrivata in un momento di riflessione, incontri pieni di dubbi e conti che non tornavano. Settimana calda, insomma. Perché la maggior parte degli azionisti si chiedeva cosa stesse facendo la Mercedes in F1 se fosse stata solo una buona presenza e nient’altro. Inoltre, i risultati non hanno mentito: quarto posto nel 2010, quarto posto nel 2011. Mai senza possibilità di vincere, a volte no, per finire davanti alle persone che si sono battute per il campionato: Red Bull, McLaren, Ferrari. Dopo aver gestito l’esborso economico GP MarroneUn accordo che fece sorridere Ross Brawn all’epoca, l’investimento stava andando male: schumacher Era la promessa dell’automobilismo tedesco che cercava la Ferrari di Michael, scrittore con Rosberg, le auto che uscivano da Brackley erano progetti pieni di difetti. E così gli stessi azionisti che hanno immaginato una partnership ricca di successi hanno chiesto chiarimenti: in F1 non si vince, la star non è più un riferimento nel territorio premium. Avanti, poi corri ai ripari. Saluta il circo, proprio come facevano tempo fa i cugini BMW,

Il crescente malcontento nel consiglio di amministrazione era direttamente sul volto del presidente dieta zetsche, Lui, che aveva sempre sostenuto con forza il suo impegno per la F1, era sbalordito. Calmati, disse. Ma la pazienza non è per coloro che leggono i grafici tutta la notte, soprattutto se quei compiti bruciano milioni uno dopo l’altro. L’ambizione era il titolo mondiale, ma quanto tempo ci vuole ancora? Da un lato un triste presente, dall’altro un futuro che si delineava con i propulsori del futuro. ma aspetta 2014 Ciò significava sopportare almeno altre due stagioni. Occorreva un palliativo, bisognava dimostrare che tutto quel tempo non era tempo, e soprattutto denaro sprecato. Fino al giudizio finale ci voleva un segno.

Calendario F1 2022

Shanghai 2012 dopo Monza 1955

Ecco qui. Shanghai, I Mondiali 2012 sono iniziati male per la Mercedes. Un punto in due gare, un disastro. L’inizio peggiore di un triennio nonostante la W03 sembri essere la migliore vettura delle tre che hanno riportato la stella in Formula 1. Anche così tanta sfortuna, va detto, Shumi sta combattendo due volte. Il podio, tuttavia, è stato paralizzato a Melbourne a causa di un intoppo tecnico e Sepang ha tagliato l’erba sott’acqua dal gruppo all’inizio. Tuttavia, la W03 è la più chiacchierata nel circo: ha un sistema che si attiva con l’apertura del DRS che conduce attraverso i condotti dell’aria interni allo stallo dell’ala anteriore. tipo f-condotto Per protestare dopo la soluzione introdotta dalla McLaren nel 2010 (e poi bandita, sostituita da Drs). Guadagna qualcosa direttamente, ma non basta. E infatti non è il segreto del weekend cinese, alla vigilia del quale la Lotus respinge il ricorso contro la fondatrice Mercedes. Quale dei due è più forte in pista, è molto forte: Nico Rosberg è un Cyclone, W03 lo sostiene e anche Schumacher. In qualifica Nico ha realizzato un giro astronomico che gli è valso la prima pole della sua carriera, rifilando addirittura di mezzo secondo Michael, che partirebbe con lui in prima fila sulla base della penalizzazione di Hamilton.

La domenica è una seccatura nel garage Mercedes. Soprattutto quando Schumi è costretto a saltare fuori dalla vettura al primo pit stop con una ruota mal fissata. Pertanto, resta solo Rosberg a perseguire il successo che manca dal 1955. Juan Manuel Fangio Vittoria nel GP d’Italia a Monza. Non c’è nessuno per nessuno, tranne lo straordinario Jenson Button. È una sfida ai vertici del livello tattico, con due stop contro tre: la McLaren dell’inglese è troppo veloce, ad ogni stop, visti gli extra stop che può spingere a suo piacimento. Ma all’ultimo pit stop perde tempo: 9″2 stop, troppo per evitare il traffico. Jenson rientra in pista, rincorre, recupera. Ma non basta, Nico Rosberg al traguardo. è acceso, lontano. I primi 111° della sua carriera sono incentrati sulla partnership W196 Di Fangio ha un erede, W03.

“streamer”, sulla copertina del numero cartaceo di quella settimana intitolato Autosprint. La Mercedes era tornata per rimanere ciò che Nico Rosberg avrebbe sperato, un giorno, di diventare il n. Dire che la Mercedes è rimasta in F1 sarebbe troppo per quella vittoria sarebbe revisionismo storico. Ma è comunque giusto dare la giusta importanza a quel successo, perché non è stato un successo qualunque. È stato ossigeno vitale per il presidente Zetsche, il materiale pratico è stato lanciato a coloro che nel consiglio di amministrazione volevano un’uscita immediata dalla F1. Considerando che la stesura definitiva del regolamento tecnico 2014 ha richiesto molto più tempo, di fatto già ampiamente scritto e praticamente del tutto scritto. Quindi sì, aveva senso aspettare altre due stagioni: niente più vittorie nel 2012, accordi d’altronde. Lewis Hamilton io toto lupo, Anche per loro potrebbe vivere un 2013 di transizione con l’avvento delle power unit. E nel 2014 sono arrivati. Ma questa, si sa, è un’altra storia.

Realtà: Magnussen parla del suo buon rapporto con Mick Schumacher

Leave a Reply

Your email address will not be published.