Gol ad Arnautovic, Palo a Danilo – Corriere.it

a partire dal Paolo Tomaselli e Maria Strada

Massimiliano Allegri aggiunge all’attenzione: «Dobbiamo arrivare a tutti i costi al quarto posto. Sulla coppa e da stasera ci penseremo”. Vlahovic in attacco con Dybala e Morata

57′ – La gara va a fuoco. Su corner di sviluppo Danilo colpisce il palo con un colpo di testa.

55′ – De Siglio prova il destro da fuori, palla deviata e Skorupski si invola a salvare il vantaggio.

52′ – Demarca Soriano Arnautovich che firma solo il vantaggio davanti a Szczeciny. Juventus-Bologna 0-1,

49′ – Scropsky a vuoto su cross di Pellegrini, Rabiot non ne approfitta.

47′ – Arnautovic riceve da Soriano al centro del campo e prova a girare a sinistra, palla di poco a lato. Questo è il pallone con il punteggio più netto della partita finora.

47′ – Non ci sono state sostituzioni nell’intervallo.

46′ – Si riparte con il fischio d’inizio del Bologna.

19.25 – Anche per Skorupsky, però, solo amministrazione generale e, forse, paura al tiro di Danilo.

19.21 – Alcuni sentimenti finora. La squadra di Mihajlovic – seppur guidata dal vice Tanzaga – è entrata allo stadio con attenzione e si è preparata al contropiede. Finora, tuttavia, Szczeni non è stato quasi mai messo in discussione.

46′ Dopo pochi secondi arriva il doppio fischio, inizia l’intervallo.

45′ – Cross sull’angolo arriva dritto alla destra di Arnautovic: tiro altissimo, da dimenticare.

44′ – Dijks arriva sul cross dalla sinistra, Chiellini indovina tutto e manda in corner.

41′ – Diffida anche Arnautovic in contropiede, che mancherebbe Udini perché ammonito: manda in testacoda Cuadrado in prossimità dell’angolo sulla destra.

41′ – Danilo serve Szczny in scivolata e ferma la pericolosa corsa di Swanberg.

38′ – Colpo improvviso di Danilo, che sorpassa il palo allungato in conclusione di Skorupsky in tuffo dalla destra del campo.

35′ – Fantastica copertura di Hickey nella diapositiva in attesa di Morata e Vlahovic. Bel cross di De Siglio dalla destra.

33′ – Cuadrado prova ad inventare ma non si capisce né con Dybala né con Vlahovic.

31′ – Fallo nell’attacco di Cuadrado su Orsolini: il colombiano è stato ammonito in ritardo sulla palla.

29′ – Svanberg accelera e prova il destro dal limite, palla debole tra le braccia di Szczesny.

27′ – Cuadrado va al tiro, crossa per vedere de Ligt che si perde a fondo.

26′ – Fermata Soriano su Dybala: Posizione centrale, a circa 28m.

23′ – Bianconeri conquista una punizione sull’angolo sinistro del campo: questa volta Dybala va sul cross, Rabiot colpisce di testa ma lo manda fuori.

22′ – Chiellini indovina Hickey che stava piombando in campo, la Juventus riparte.

21′ – Vlahovic sinistro largo alla destra di Skorpski.

19′ – Ammonizione anche per Swanberg, entrata in ritardo su Chiellini. Già due cartellini gialli.

18′ – Orsolini calcia di lato.

16′ – Il Bologna si vede di nuovo: Chiellini si inginocchia e, con la testa nel campo piccolo, anticipa Arnoutovic in corner.

14′ – Dybala cerca l’angolo su punizione, Skorpsky vola e guarda il pallone scendere.

13 ‘ – Thiet sfiora la mano di Rabiot per fermare la sua fuga: è il primo cartellino giallo del match.

12′ – Vlahovic indovina il medaglione e gira la testa sul secondo palo: palla alta non molto.

10′ – Conclusione di Orsolini dopo una grande opera di Swanberg. Palla larga in basso.

5′ – Cuadrado aggiusta palla e invece prova la sua personale conclusione: la difesa del Bologna lo ferma.

ore 18.38 – L’arbitro Juan Luca Saatchi ha diretto finora 30 partite di Serie A, con 7 rigori assegnati e 3 giocatori espulsi (per doppia ammonizione). La scorsa stagione ha diretto se stesso Juventus-Bologna finisce 2-0 per i bianconeri, In questo campionato ha diretto Sasuolo. contro i bianconeri nell’1-2e negli emiliani Sconfitta per 1-0 contro il Franchi contro la Fiorentina Infatti, con l’espulsione di Bonifazi.

4′ – Scambio Cuadrado-Dybala, con l’argentino che prova a concludere con la mano sinistra, da lontano: Palla troppo alta.

1′ – Dybala prova la prima penetrazione, palla raggiunge Vlahovic in campo: il serbo non si gira e calcia di destro.

1′ – Calcio d’inizio per i Bianconeri, oggi con la nuova divisa: è la quarta della prossima stagione (Il primo si riferisce allo sponsor,

ore 18.31 – Scambio di gagliardetti a centrocampo.

ore 18.29 – L’arbitro Saatchi sta facendo gli ultimi preparativi prima del calcio d’inizio. Suona l’inno di Serie A.

ore 18.16 – Tutto è pronto a Torino.

ore 18.10 Allo stadio è in corso il riscaldamento per entrambe le squadre.

ore 17.53 – La novità più grande per i bianconeri è però sugli spalti. Si chiama Alessandro Del Piero, che torna allo stadio per la prima volta in 10 anni. «Prima» da una standing ovation di maggio 2012, Pinturicchio ha celebrato l’evento con una story su Instagram.

ore 17.49 – Nelle file della Juventus Allegri schiera un tridente pesante con Dybala e Morata con Vlahovic. Al centro, nuovo Danilo con Rabiot, con De Siglio a destra in difesa. A sinistra Luca Pellegrini, in mezzo De Ligt e Chiellini. A Bologna Mihajlovic (il sub in panchina si affida a Tanzaga, Orsolini e Arnautovic. Dijks e Hickey saranno fuori centrocampo alle 17).

ore 17.44 – strutture ufficiali

Torino, 18:30
Juventus (4-3-3): szczesny; De Siglio, De Ligt, Chiellini, Lu. pellegrini; Cuadrado, Danilo, Rabiot; Dybala, Morata; Vlahovik. allenatore: Allegri.
Bologna (3-5-2): Skorupsky; Soumaro, Medaglia, Theat; Hickey, Swanberg, Schouten, Soriano, Dijks; Arnautovic, Orsolini. allenatore: Tanzaga (Vice Mihajlovic).
Arbitro: Macerata. Il Juan Luca Saatchi
TV: 18.30 dzni

ore 17.35 – I bianconeri puntano alla sesta vittoria consecutiva e al quarto posto. Il Bologna ora è al sicuro e cerca la migliore prestazione come richiesto dal proprio allenatore, ancora in ospedale,

ore 17.20 – Come detto, la Juventus è la squadra che ha raccolto più punti (28) nel girone di ritorno ea livello Milan K (un solo ko), è uno dei due che hanno perso meno partite; Il Bologna, invece, è la squadra che ha raccolto meno punti in trasferta in questa gara di ritorno della stagione (due).

ore 17.00 – Il Bologna ha mantenuto la porta inviolata in 11 partite in questa stagione (su 31); Era dalla stagione 2010/11 che non chiudeva così tante partite con gli dei. foglio pulito, L’anno scorso (2020/21) ha segnato cinque punti nell’intero torneo, solo due nell’ultima stagione (2019/20).

ore 16.45 – I bianconeri hanno vinto le ultime otto dirette casalinghe e, nelle ultime sei, hanno segnato almeno due gol; In generale, nelle ultime 25 gare casalinghe di campionato contro gli Emiliano, hanno perso solo una volta: il 26 febbraio 2011 con Delanyri in panchina (0-2 Firmato dalla doppietta di Marco Di Vaio,

ore 16.30 – La Juventus ha vinto tutte le 11 precedenti gare di Sri A contro il Bologna (26 gol in set): la formazione emiliana è quella contro cui i bianconeri hanno la striscia più lunga.

Il barometro di Massimiliano Allegri indica tempo sereno e non è solo l’assoluzione del club Sotto controllo sulle plusvalenze: La Juve è quella che ha segnato più punti al secondo turno (28) e dista 6 punti dalla vetta, uno dei giri più brevi della stagione.

Una settimana fa il tecnico ha applaudito al tavolo e, guardando la trasferta di Cagliari, ha lanciato tutti gli allarmi: “Rischiamo di diventare una squadra soddisfatta degli elogi, ma qui ci dovrebbero essere solo vittorie. Il resto non mi interessa”. La vittoria di ritorno in Sardegna e il fatto che la Roma sia ancora in conferenza danno al tecnico bianconero una certa calma in vista del quarto posto: Gialorosi ha un programma più complicato (Napoli domani, Inter sabato) e sono a 5 punti di distacco, 6 se consideriamo il vantaggio della Juventus nell’uno contro uno. morale: “Devi segnare almeno dieci punti”, dice Allegrik. E poco importa se rappresentano il salario minimo in sei partite per la squadra che ha acquistato Vlahovic a febbraio, ora con due gol di vantaggio all’inseguimento di Immobile, il capocannoniere.

Ma sarebbe meglio fare i conti, puntare con calma sulla Coppa Italia di mercoledì sera, perché la tensione per 1-0 contro la Fiorentina all’andata non permette una caduta: “Siamo al momento cruciale, dobbiamo essere quarto a tutti i costi. Con il Bologna servono tre punti. Alla Coppa e ci pensiamo da stasera”. Quanto alla Juve, ce l’ha centrocampo in piena emergenza (con Rabiot e Danilo), Anche i rapporti con lo stadio vanno ripresi con costanza, visto che a Torino in 13 mesi hanno vinto 7 squadre: «Sono i numeri che incidono – ammette Allegri -. Dobbiamo migliorare il prossimo anno.

16 aprile 2022 (modifica al 16 aprile 2022 | 19:45)

Leave a Reply

Your email address will not be published.