Formula 3, a Stanek la Feature Race di Imola: la classifica cortissima

A Imola la gara della domenica la vince Roman Stanek. In classifica ci sono ben sei piloti in cinque punti: Leclerc-Martins a quota 34 punti, davanti al vincitore della Feature (33), Crawford (32), Hadjar (31) e Bearman (29). Il tutto salvo penalizzazioni ai danni di quest’ultimo per il contatto all’ultimo giro, che proietterebbero il giovane monegasco in testa. Oggi la gara di F1 alle 15: diretta Sky Sport F1 (canale 207), Sky Sport Uno (canale 201) e in tempo reale su skysport.it

A Imola la Feature Race della F3 di romano Satnekche chiude davanti a crawford e Hadjar, In prima fila il sorprendente Zane Maloney accanto al compagno di scuderia Stanek, a conferma di un ottimo momento del Squadra Tridente che riuscito a monopolizzare la linea più avanzata dello schieramento gestendo in maniera eccellente le qualifiche di venerdì. Al via subito bagarre per le posizioni di vertice, con Maloney che conquista la testa Collet che guadagna sette posizioni posizionandosi alle sue spalle grazie anche alla spinta delle gomme rain. Nei primi giri chi ha messo gomme da pioggia ha più grip, tant’ che Collet passa in testa e schizza via lontano. Alle sue spalle sale Colapinto (anche lui con gomme rain).

La scelta di utilizzare gomme non scivolose sembra pagare, in un giro Collet guadagna 4” sugli inseguitori, peccato che però in coda Benavides e Ushijima si tocchino, Martins vada in testa coda e Pizzi finisca fuori. Entra la Safety Car e addìo strategia aggressiva. I piloti gommati per il bagnato devono rientrare a montare le gomme da asciutto ma si ritrovano in coda al gruppo. Davanti guidano Maloney e Stanek, terzo Bearman. Alle lro spalle Marti e Yeany si agitano e provano ad andar via, essendo rimasti in pista con le gomme rain, a differenza di Collet e Colapinto precipitatisi a cambiarle. al quinto giro Marti in testa. Per essere rientrato fuori posizione dietro alla Safety Car intanto viene penalizzato Colapinto: 10” di stop & go. Al settimo giro il benefico effetto delle gomme da pioggia svanisce e Maloney approfitta della pista asciutta e ripassa in testa.

Nelle retroviadopo aver perso l’ala anteriore benavides va contro le protezioni, Trulli gira lentissimo dopo un contatto e un 360°, rientra la Macchina di sicurezza. Al green flag Maloney sbaglia tutto e mentre fa zig zag per scaldare le gomme va in testa coda buttando via la corsa. In testa vola Bearman. Ancora Safety Car. Quattordicesimo giro, si riparte. 17° giro, Leclerc passa in ottava posizione (era partito 21°). Nella tornata successiva il monegasco risale ancora di una posizione. A quattro giri dal termine Leclerc quinto.

A tre giri dalla fine il ceco Stanek Bearman attacca per la prima piazza. In un paio di tornate il pilota della Trident torna in testa. E Crawford sorpassa il compagno di squadra in Prema. Bearman ora terzo. Mamma in crisi. All’ultimo giro Berman e Saucy si toccano e per Saucy la corsa finisce a tre curve dalla fine. In classifica Leclerc aggancia Martins in vetta (il franco-portoghese oggi fuori dalla Top Ten), ma la laureata cortissima, ci sono ben sei piloti in cinque punti: Leclerc-Martins a quota 34 punti, davanti a Stanek (33), Crawford (32), Hadjar (31) e Bearman (29). Il tutto salvo penalizzazioni ai danni di quest’ultimo per il contatto all’ultimo giro, che proietterebbero il giovane monegasco in testa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.