Ferrari, Red Bull e Weight Challenge. La Rossa è la più magra – Corriere.it

a partire dal Piergiuseppe Donadoni

La questione dei chili di troppo sta guadagnando slancio a Melbourne, con tutte le squadre che stanno preparando aggiornamenti per ridurla. e anche la vernice viene rimossa per salvare il grammo

La nuova generazione di Formula 1 ha raggiunto un nuovo record di peso minimo stabilito dalla Federazione, Da 752 kg a 798 kg per le auto del 2021, con un incremento di 46 kg. La cifra non include il carburante, ma include il peso del pilota (80 kg). Inizialmente il limite era fissato a 775 kg, 23 kg in più rispetto al peso minimo consentito nella stagione precedente, l’aumento è dovuto all’aumento delle dimensioni delle parti che circondano le ruote (pneumatici, cerchioni e impianto frenante). Il peso è stato poi aumentato dai precedenti 795 kg agli attuali 798 kg a seguito di misure di sicurezza.

Quest’ultimo aumento deriva da piccole discrepanze tra i pesi previsti ed effettivi di pneumatici, cerchi e copriruota, riconosciuti dalla FIA, ma anche dall’aggiunta di tiranti per rinforzare la parte posteriore dei fondi. Dopo i problemi emersi nel primo Test della stagione a Barcellona dalla Federazione. Il problema del tirante ha fatto arrabbiare Alpine, “Abbiamo progettato un pavimento duro, quindi una vettura leggermente più pesante, per evitare flessioni eccessive”, ha detto Pat Fry, direttore tecnico del team francese. Come noi, l’attenzione era più sulla fermezza che sulla leggerezza e sulla flessibilità». sotto il limite di peso minimo non è un problema per le squadre, ma non lo è.

In collegio L’Alfa Romeo è garantita, almeno inizialmente, la vettura pesa poco meno di quanto consentito dalla Federazione, con diversi altri team ancora non lontani dai 798 kg, tra cui la Ferrari. Il team svizzero ha fatto miracoli sulla perdita di peso utilizzando alcune soluzioni tecniche molto interessanti. Di questi, il cannocchiale centrale a coltello con scopi prettamente strutturali, chiamato internamente “lama rollover”; Non una novità assoluta dell’auto 2022, però, una soluzione che ha contribuito a controllare in maniera significativa il peso di Bottas e della C42 di Zhou. Anche la carena è stata progettata per essere ultraleggera, almeno nella portata tipica in pista nelle prove spagnole di Montaigne; Tuttavia, notevoli problemi legati al rimbalzo aerodinamico hanno costretto la squadra svizzera a indurirla, determinando un conseguente e inevitabile aumento di peso sulla bilancia.

delle prime tre squadre, La Ferrari è la migliore a livello di linea, La Red Bull, invece, che nell’ultimo incontro tecnico ha lavorato duramente per un aumento a doppia cifra del peso minimo, ha raggiunto un accordo di soli 3 kg in più. Non sorprende che anche il team con sede a Milton Keynes abbia chiesto una reintroduzione. inerzia di sospensioneSecondo lui, per risolvere i problemi di rimbalzo aerodinamico, ma in realtà questo è stato un passaggio per ottenere un aumento più significativo del peso minimo. Invece La Mercedes ha sicuramente molti margini di miglioramento In termini di gestione aerodinamica del rimbalzo (anche la Ferrari, in una certa misura, neutralizzandola meglio delle rivali), la Red Bull potrà ottenere notevoli guadagni con la riduzione di peso della sua RB18.

Tuttavia, in tempi di limiti di budget, non è possibile per i team studiare aggiornamenti che riducano il peso della propria vettura in modo tale da sminuire completamente l’effettivo sviluppo aerodinamico. Se un team decide di sviluppare uno sfondo aggiornato che deve anche essere alleggerito, è bene che la nuova specifica includa entrambi i miglioramenti per evitare di produrre una seconda specifica di sfondo che aumenti il ​​budget. Per questo i processi sono allungati.

,Penso che perderemo un po’ di peso da Imola”, ha detto Helmut Marko ciao tv, Così come la Ferrari, che interverrebbe (anche) sul peso della F1-75 tra Imola e la Spagna. Per ora i vari team hanno cercato di ridurre il peso nel modo più semplice possibile, ovvero rimuovendo parte della vernice dalla carrozzeria delle loro vetture. Come la Mercedes nel 1934 che ha abbandonato il bianco e ha messo in mostra l’argento alluminio lucido. Nasce così il mito della freccia d’argento.

Tornando alla F1 2022, la Red Bull ha portato in Bahrain un alettone anteriore completamente non verniciato così come Ferrari, Alfa Romeo e Aston Martin, che hanno anche un alettone posteriore completamente nudo. La squadra inglese ne aveva già parlato a fine 2021. “Abbiamo avuto un incontro con i vertici della squadra per decidere la vernice del prossimo anno e quanta carrozzeria dipingere – aveva stimato Szafner – l’ex team principal dell’Aston -. Il peso sarebbe un fattore importante. Dovrà superare il più possibile”. Ecco perché ne stiamo già parlando». Già queste parole suonavano come allarmi a Casa Aston Martin, tanto che l’AMR22 è l’auto più pesante insieme alla Red Bull. “Il peso è un grosso problema per noi”, ha spiegato il direttore tecnico della squadra inglese Andrew Green. “Abbiamo guardato tutta la vettura e dove possibile abbiamo rimosso la vernice. Penso che in totale abbiamo risparmiato circa 350 grammi”. Equivalente a poco meno di un decimo.

6 aprile 2022 (Modifica 6 aprile 2022 | 17:36)

Leave a Reply

Your email address will not be published.