F1 | GP del Brasile 2003: Fisichella vince una gara pazzesca – FormulaPassion.it – ​​Storia

Il numero di gara 700 è anche uno dei più strani e indimenticabili di tutti i tempi nella storia della Formula 1. 6 aprile 2003, Ad Interlagos si è svolta la terza prova dei Campionati del Mondo. Dopo tre anni di vittorie per la coppia Schumacher-Ferrari, il punteggio è stato modificato e il distacco di punti tra vittoria e piazzamento si è ridotto. Abbiamo superato il metodo 10-6-4-3-2-1 Assegna punti ai primi otto (10-8-6-5-4-3-2-1) E infatti la successiva classifica di due GP ha mostrato un miscuglio di carte: McLaren spenta Kimi Raikkonen E David Coulthard in realtà guidava la classifica con 16 e 10 punti, mentre la Ferrari di Schumacher e Barrichello era ancora sugli 8 punti, insieme alla Renault di Trulli e Alonso e alla Williams di Montoya.

Emozione e sorpresa per il nuovo sistema di qualifiche, a giri singoli introdotto all’inizio del campionato tra venerdì e sabato. La Ferrari ha preso la pole, ma l’ha fatta Rubens Barrichello, mentre Michael Schumacher era solo settimo. Coulthard ha completato la prima fila, con il suo compagno di squadra Kimi Rikkönen “solo” quarto, anche prima Un tipo di animale di Mark Webber. Solo i primi quattro. è stato raccolto 59 millesimi, Trulli e Ralf Schumacher sono seguiti in terza fila, mentre Giancarlo Fisichella Con Jordan si è unito a Schumacher Sr. al quarto posto.

Tuttavia, i sentimenti di merito non sono stati nulla rispetto agli eventi in gara, che iniziano normalmente. pioggia brasiliana Il che ha costretto la Direzione di Gara a ritardarli Cominciare 15 minuti e percorri i primi otto giri dietro la safety car. Alla ripartenza, a trovarsi in difficoltà è stato l’idolo locale Barrichello, caduto al terzo giro dal primo al quinto. Quando la safety car è rientrata in pista dopo il catastrofico incidente tra Firman e Panis al 17° giro, la classifica ha visto due McLarenSeguono Michael Schumacher, Toyota su Da Matta, Barrichello e Montoya.

Tuttavia, la pioggia incessante lo rendeva quasi impraticabile. curva del solein cui Montoya vide Pizzonia, Michael S Schumacher e Jenson Button. Altre due safety car, insieme al progressivo asciugamento della pista per riparare le vetture danneggiate, hanno interrotto nuovamente la classifica di gara: al giro 45. barrichello Ha ripreso il comando della corsa sorpassando Coulthard, seguito a sua volta da Raikkonen. Alle loro spalle Ralf Schumacher e gli italiani Fisichella e Trulli, con Alonso ottavo e rimonta consecutiva. Al 47° giro, invece, Rubens ha notato che il suo sogno di successo casalingo era svanito a causa di un Il problema con il tiraggio della benzina, Questa Spa è stato il primo doppio ritiro per la Ferrari dal 1998.

La situazione è stata ulteriormente cambiata dai pit stop di Coulthard e Ralf Schumacher, che hanno visto Raikkonen guidare il gruppo al giro 53. Fisichella, Alonso e lo stesso pilota scozzese. In quel giro, però, Rikkönen commette un errore di guida e cede il primo posto al pilota romano. Questo è stato il punto di svolta della gara. Infatti, dopo pochi istanti Weber ha sbattuto Nelle curve veloci che hanno preceduto il traguardo, la pista è stata colpita subito dopo la massima velocità, disperdendo la pista Fernando Alonso, L’esplosione è stata impressionante e lo spagnolo è stato portato in un centro medico per accertamenti. La gara è stata sospesa con bandiera rossa, ma al Parco Chiuso nessuno sa chi ha vinto, Sul gradino più alto Raikkonen è salito davanti ad un amaro Fisichella, mentre terzo è stato lo stesso Alonso.

In settimana, però, l’errore è affiorato: l’ultima via valida per il traguardo era la 54° e quindi doveva essere vinta. pilota italiano, A Imola, nel GP successivo, va in scena il passaggio di consegne, con Rikkönen che consegna a Jordyn Ryder il trofeo per la sua prima vittoria in carriera.

Tutti i diritti riservati

Leave a Reply

Your email address will not be published.