F1, avviso di sicurezza per Sebastian Vettel: Ammissione amara

Il pilota tedesco dell’Aston Martin ha debuttato in Australia con terribili incidenti. I capisquadra inglesi analizzano gli incidenti di Sebastian Vettel.

Sebastian Vettel è tornato nel circo dopo un’assenza di due settimane. Il tedesco aveva saltato due gare a causa della positività al COVID-19. Inizio di stagione da incubo GP d’Australia. continua col botto Che ha suonato il campanello d’allarme. Nelle prime due uscite della stagione, Lance Stroll e Nico Hulkenberg, il sostituto di Seb, non sono riusciti a segnare un solo punto.

F1 Sebastian Vettel (foto Ansa)
F1 Sebastian Vettel (foto Ansa)

Nico Hulkenberg è arrivato 17° in Bahrain e 12° a Jeddah. Lance Stroll ha concluso le prime tre gare al dodicesimo, tredicesimo e quattordicesimo posto. Consapevole delle prestazioni disastrose dell’AMR22, l’ex ala Ferrari si è messo al volante della vettura, rivelando subito i problemi. Entrambi i piloti AM hanno subito perdite nelle prove libereSeguirono incidenti, e questo causò non pochi problemi ai meccanici per merito.

A causa di un malinteso con il pilota Williams Latifi, Lance Stroll ha poi distrutto la sua vettura in Q1 e questo ha dato ai tecnici del team la possibilità di riportare in pista Vettel, che però non è riuscito a recuperare dal taglio. Per il vincitore di tre edizioni del Gran Premio d’Australia, il peggio è arrivato domenica con un terribile incidente, Sembra che la squadra inglese sia presa in un vortice dal quale non sarà facile uscire. Anche la Williams ha segnato un punto con Albon, mentre l’Aston Martin è l’unica squadra bloccata a zero punti.

Sebastian Vettel guida la pericolosa Aston Martin?

Nonostante l’enorme investimento del padre di Lance, Lawrence Stroll, l’auto britannica è piuttosto scadente. L’Aston Martin è stata già una grande delusione la scorsa stagione, salvata solo da alcuni pensieri personali di Sebastian Vettel. L’impresa di Racing Point nel 2019 è stata il risultato di un progetto copiato dall’ex team Aston Martin, Mercedes. L’RP20 ha prodotto ottimi risultati, ma sulla Verdona non c’è segno di sviluppo.

Sebastian Vettel attendeva con impazienza la terza fase di una carriera di alto profilo, dopo la gloria con la Red Bull e alti e bassi con la Ferrari. I nativi di Heppenheim credevano nel progetto della famiglia Stroll E nel 2021 è stato persino in grado di portare l’Aston sul podio nel folle Gran Premio dell’Azerbaigian. Con il nuovo regolamento tecnico, SEB dovrebbe tornare regolarmente nella zona punti. L’auto, d’altra parte, è un disastro e può essere classificata come uno dei più grandi guasti nella storia della F1. Ecco le parole di Ralf Schumacher a riguardo.

C’è una solida possibilità di imbattersi in nuovi strani incidenti, che si aggiungono alla posizione di Vettel e Stroll. ,Sono contento che Seb stia bene prima di tutto dopo tutte queste disavventure. Ma penso che se uno come lui, quattro volte iridato, ha tutti questi problemi non è perché non guida, perché ha già guidato una macchina. Dobbiamo vedere quale macchina gli diamo e quale feedback riceve dalla macchina. Tutti questi incidenti da parte sua non sono normaliLo ha detto il team principal dell’Aston Martin Mike Krack.

E se il team avesse sbagliato strada durante lo sviluppo dell’AMR22? Crack ha detto: “Penso che a un certo punto sia stato deciso il concetto e come utilizzare l’auto. Facciamo progressi, ma per sfruttarli incontriamo questa barriera della focena, che non ci permette di sfruttare i progressi compiuti dai bambini. Ecco perché è così frustrante sapere che hai fatto progressi ma non sei in grado di trarne vantaggio in pista.“. Un quadro sempre più preoccupante per i piloti Aston Martin.

Leave a Reply

Your email address will not be published.