F1 – Aston Martin – Il 2022 è l’anno della transizione: il futuro è pianificato

F1 Soldi, ambizioni, personale sempre più numeroso. ma anche l’ampliamento delle strutture e una galleria del vento di proprietà che verrà realizzata successivamente FIA ufficialmente annullato questi costi limite di bilancio, avrebbe tutti gli elementi per essere una delle realtà più concrete sulla carta formula Uno,

Invece di questoAston Martin sta lottando come qualcuno avrebbe immaginato di trovarsi in una scomoda posizione finale in classifica. La squadra inglese è l’unica squadra che non ha segnato punti in questo 2022, che ha un record Lorenzo Strow Ne avrebbe felicemente fatto a meno.

Ale’AMR22 È stata la prima macchina a mostrarsi davvero al mondo senza giocare troppo con Photoshop. Le sue generose dimensioni sollevavano alcuni dubbi estetici ma non si riteneva che l’auto fosse così poco lusinghiera. Un cauto ottimismo è filtrato da Silverstone, frutto anche di un accordo liberale con Arabia AramcoIl colosso petrolifero mediorientale che garantirà una certa stabilità finanziaria negli anni a venire.

Dopo una stagione difficile si pensava così Lance Stroll e Sebastian Vettel Potevano contare su un’auto di classe medio-alta. Niente di questo. Le prestazioni sono diventate ancora peggiori rispetto al modello precedente e la luce in fondo al tunnel non è al momento visibile.

F1
Sebastian Vettel batte l’Aston Martin AMR22

non tutto nell’ambiente Aston Martin Immaginava tempi più semplici. crepa del microfonoQuando ha preso il comando della squadra dalle mani di Otmar SzafnauerCi ha visti insieme. Capì che il nuovo contesto normativo del 2002 avrebbe presentato più difficoltà del previsto. Aston Martin Nel mezzo di una mossa. una situazione che rappresenta un grosso ostacolo quando si ha a che fare con una squadra F1 in piena espansione crepa Ne era ben consapevole, ma spiegò che non voleva sottrarsi alle responsabilità che passeggiare L’anziano lo aveva portato sulle spalle.

,Devo dire che le prime tre gare non sono state facili – Manager lussemburghese reclutato con esperienza nel mondo dell’endurance – La F1 è la F1, è dura per natura. Devi avere una macchina veloce, non devi commettere errori e devi avere dei buoni piloti. Ecco perché al momento mancano gli elementi. Dobbiamo lavorare sodo per arrivarci. non c’è magia alla fine della giornata,

F1
Mike Crack, Aston Martin

crepa Ha ammesso che sta ancora muovendo i passi con la nuova realtà in cui opera. periodo trascorso in fabbrica a partire dal pietra d’argento È relativamente limitato da quando è arrivato a marzo. L’orario di lavoro è stato molto fitto e ha richiesto più tempo del previsto: “Era necessario identificare chiaramente chi sta lavorando su quale processo, chi sta facendo cosaUna situazione che non facilita la realizzazione di progetti a lungo termine. Pertanto la mano del manager non si è ancora accorta. passeggiareFinora predica la pace perché ha tenuto conto di quello che è stato considerato un normale periodo di adattamento.

,Penso che siano passate sei o sette settimane ormai. Ma spetta a me fare i passi necessari per parlare con quante più persone possibile, per identificare dove siamo, cosa dobbiamo migliorare e come andare avanti. Non sono il tipo di persona che trova scuse” Loro hanno detto.

incertezza in casa Aston Martin Dipende anche da un altro fattore. La direzione tecnica che è ora a portata di mano è cambiata Dan seguaci rilasciato dopo il periodo di orticoltura che toro rosso gli fu imposto. L’ingegnere, per ovvi motivi, non ha potuto supervisionare la costruzione dell’auto”prossima generazione“, una situazione che fa eco alla scarsa performance di un progetto che non riesce a trovare performance in nessun tipo di situazione.

F1
Aston Martin AMR22 . a bordo di Sebastian Vettel

crepa riferito che sterile Ha iniziato a familiarizzare con il progetto AMR22 Per capire qual è il margine di crescita per un’auto che non nasce molto bene. Lo staff tecnico è concentrato nell’individuare i punti deboli della monoposto green per potersi muovere con lentezza per rimediare ai maggiori difetti. E non sembrano bassi. Dopo i test invernali, in cui anche l’affidabilità ha sollevato qualche perplessità, ora sono le prestazioni a preoccupare tecnici e piloti.

Parlando di questi, c’è un notevole rinnovamento che “danza”. Sebastian VettelA fine anno potrà dire addio alla squadra di pietra d’argento, Il quattro volte iridato non è entrato Aston Martin Per godersi una pensione d’oro. Manteneva solide ambizioni di alto rango dopo aver sposato un progetto ambizioso che si sta rivelando deludente.

crepa Lui lo sa e suggerisce che è la squadra anglo-canadese che il tedesco si merita e non viceversa:”Penso che Seb sia un ragazzo intelligente e penso che non si concentrerà sull’auto di quest’anno. Sa che la squadra sta crescendo e non vede l’ora di cogliere il potenziale che sarà in grado di esprimere nei tempi a venire, Se riusciamo a mostrarglielo, penso che avremo la possibilità di tenerlo con noi per molto tempo,

F1
Il quattro volte campione del mondo tedesco Sebastian Vettel (Aston Martin Cognizant F1 Team) siede nel paddock durante il weekend del Gran Premio d’Olanda 2021

Il rinnovo è ancora un argomento embrionale: “In tutta onestà questo non è un discorso di cui ci siamo occupati. Il nostro compito è fornire a Sebastian Il miglior pacchetto auto. Poi starà a lui decidere se restare o meno. Vettel , Il caposquadra licenziato – è molto rispettoso e ha una morale che condivido. Rispetto all’ultima volta che l’ho incontrato, ora può vantare quattro titoli mondiali e un’esperienza decisamente migliore,

La squadra del magnate canadese ha molta carne da cucinare passeggiata di lancia, la sensazione è 2022 Questo non sarà foriero di molte soddisfazioni. Una fase forse necessaria in un processo di ristrutturazione è che gli asset siano iniziati e che dovrebbero dare i loro frutti nel medio termine. Una serie di sviluppi tecnologici sono in cantiere per almeno raddrizzare l’annata per cambiare l’umore dei membri del team da meno cupo a calmo. Il lavoro è difficile ma stiamo lavorando per raggiungerlo.


F1 – Autore: Diego Catalano , @diegocat1977

visivo: F1Alessandro Arcari, Aston Martin F1

Leave a Reply

Your email address will not be published.