Donnarumma, ritorno in Italia? I tifosi milanisti dicono di no

Nuove Anatre Donnarumma in Lega. Equipe aggiunge anche un ritorno potenzialmente clamoroso in Italia, tra le incognite sul futuro tecnico del PSG. Ma ci sono molti elementi su cui dubitare. Compreso il mood dei tifosi rossoneri

L’ultima incertezza in campo non può cancellare le incertezze sul futuro, che, più che incerte, non sono chiare. Soprattutto per decisioni che non sono ancora state prese a Doha: sul prossimo allenatore, su un eventuale nuovo assetto manageriale. Fatto sta che anche ieri, contro il Marsiglia, Gianluigi Donnarumma è diventato l’eroe di un errore non forzato in porta del momentaneo pareggio (2-1, finale). Un errore che lo ha riportato subito in superficie negli ottavi di finale di Champions League, dove il PSG poi è caduto al Bernabeu, stava subendo il ritorno del Real Madrid. E così per il miglior portiere del 2022, a pochi mesi dal suo arrivo al PSG, lo scenario di mercato è già in evoluzione. Come tra le righe di Equipe, suggerire un ritorno in Italia non è per ora una risposta.

Gestione

,

In ogni caso, Donnarumma ieri è sceso in campo con un eccesso di pressione alimentato da un articolo del quotidiano sportivo francese che doveva fare riferimento. Il pezzo analizzava infatti la difficile convivenza con Keeler Navas. Opzione che anche coach Pochettino ieri ha identificato come “non facile” per entrambi i portieri. Tuttavia, entrambi hanno scadenze contrattuali non immediate. Infatti, Navas ha rinnovato solo un anno fa fino al 2024. Gigio ha firmato fino al 2026 a luglio. Di conseguenza, quest’estate, scrive L’Equipe, si ripresenterà il problema della gestione tra le posizioni. Una situazione difficile da spiegare, però, visto che i cambiamenti sono all’orizzonte: “Non sappiamo ancora quali – sottolinea il quotidiano – ma se arriva un nuovo allenatore, o se viene dimesso il direttore di gioco Leonardo, si riapre tutto. .”. Anche perché è stato Leonardo “a portare Donnarumma”, aggiunge la squadra.

Bilancio

,

L’operazione del mercato, infatti, è stata fortemente voluta anche dal presidente Nasser Al Khelafi, che di certo non rischia la situazione. Detto questo, per l’Equipe, in fatto di bilanci, un errore commesso al Bernabeu potrebbe pesare sul curriculum di Gigio. A maggior ragione dopo la performance di ieri, tradotta come 3 (il nostro 4, NDR) in pagella di Equipe, parigina e anche di Figaro. I due portieri non sono certo entusiasti dell’idea di vivere insieme per un altro anno. Navas, 34 anni, non ha lasciato il Real Madrid proprio perché si è trovato in una situazione simile con Courtois. Non Donnarumma che potrebbe eventualmente tornare sul mercato. Equipe ha suggerito questo: “L’Italia prevede il suo ritorno a Milano, grazie alla solidità finanziaria del fondo con sede in Bahrain, come suo potenziale futuro proprietario”. Una suggestione più che altro, visto che l’azzurro a 23 anni rappresenta il futuro, come ribadito più volte dal DS Leonardo e confermato ieri anche da Pochettino. Probabilmente si saprà di più dopo l’ufficialità del decimo campionato, che potrebbe arrivare entro mercoledì.

E comunque, anche se fosse effettivamente tornato in Italia, l’ipotesi di Milano appare impraticabile per vari motivi. Innanzitutto perché il club rossonero ha trovato a Maignan un’alternativa perfettamente adatta. Poi perché l’ingaggio di Gigio sarebbe in contrasto con la logica dei benefici del bilancio avviato da Elliot e che verrebbe verosimilmente portato avanti dalla nuova proprietà. E ancora, fattore non certo trascurabile, perché Donnarumma non otterrà di certo il favore dei tifosi rossoneri: il sentimento facilmente ricavabile dai social è una fortissima protesta da parte della stragrande maggioranza dei tifosi, eppure “indignata” dal giocatore. “. Tradimento”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.