Cremona si sposta in A2. Vincono Bolognese e Treviso – Oy Sport

La 27^ giornata del Campionato di Serie A 2021-2022 si chiude con un ritmo di commozione importante. Il bolognese parla a voce alta, ma anche Pesaro ha qualcosa per cui sorridere. E per quanto riguarda Treviso-Brindisi, lo spettacolo non manca fino agli ultimi istanti. Andiamo a vedere tutto nel dettaglio, a cominciare dal primo vero verdetto della stagione.

Allianz Trieste-Vanoli Cremona 84-72
Gli uomini di Franco Ciani sono sempre più in corsa per i playoff, mentre la squadra allenata da Paolo Galbiati è decisamente in A2. E dire che l’inizio non è di quelli senza storia, anzi: prevalgono gli attacchi, ma dopo 10 minuti è 26-24. Grazulis, Konate e Lever se la cavano bene da un lato, mentre l’etica e l’orchestra spagnola, Juskevicius segnano e brillano, dall’altro. Dopo un gap di 41–39 (e un muro dai momenti salienti di Konate), Allianz si espande lentamente, ma inevitabilmente: Grazulis è il fattore principale, portando solo ottime notizie per Julian House, con un massimo di 13 punti Vantaggi inclusi. Poi è riuscito fino alla fine.

capocannoniere
Trieste – Grazulis 17, Konate 14, Leva 14
Cremona – Juskevicius 25, Spagnolo 10, Tinkle 10, Courtnoh 10

Basket, Serie A 2022: Milan batte Napoli, Brescia torna al successo, Tortona domina l’erede

Prosciutto di Carpegna Pesaro-Vertus Segafredo Bologna 77-96
14 alla Vitifrigo Arena, ma è anche la giornata in cui Nico Manion, in grande stile, fa capire che c’è prima per sé e poi per Sergio Scariolo., che non lo aveva particolarmente “visto” negli ultimi tempi. Il primo quarto faticoso e Vuel chiude in vantaggio 24-23, con Jones, Moretti e Delfino protagonisti, ma Manion è stato devastato in molti modi, non solo in rete, difesa di casa: 24-37 punto fermo, ma 37-43 prima del riposo . Di ritorno dagli spogliatoi con l’ultimo quarto di Manion che compila Double Blaze Shengelia-Hackett chiude completamente la questione: è così facile per Vertus controllare la situazione.

capocannoniere
Pesaro – Delfino 18, Moretti 15, Zone 12
V. Bologna – Manion 18, Hackett 13, Shengelia 12, Teodosik 12

Fortitudo Kigili Bologna-Dolomiti Energy Trentino 89-69
L’Efe coglie una vittoria importantissima, riportandola a soli due punti dalla prospettiva di una solida speranza di salvezza che finora è apparsa come una difficoltà al di là di molto, Gli eventi hanno regalato anche il parquet. In verità per due quarti al Paladoza le cose non sono così semplici: gli americani di Trento sono partiti bene, ma Benzing ha fatto una parziale invenzione di 14 punti consecutivi. Lui solo. Trenta al botto sul 40-29 significano 40-40 a metà gara. Nel terzo tempo Feldine si fa male (contatto con Flacadori e colpe del non giocatore simile, ma forse ancora più volatile di bollino), poi, negli ultimi 10 minuti, subisce un’orrenda azione Aradori-Charlampopoulos-Procida. significa Festa d’addio: finale di espansione.

capocannoniere
F Bologna – Benzing 22, Aradori 17, Charlampopoulos 10
Trento – Bradford 16, Caroline 13, Flacadori 12

Nutribulate Treviso-Happy Casa Brindisi 96-90
Il match più precario della serata regala a Nutribut un respiro fondamentale, che lascia solo il Napoli a fare i conti con l’Efe per evitare un immediato ritorno in A2. Early 24–28 è la sottotrama del duello tra Bortolani e i Gentili, entrambi determinati a dimostrare di essere sera. Ci sono attacchi con Bortolani e Russell da una parte, il trio Gentile-Harrison-Perkins dall’altra. Dopo 50-50 20′, e costantemente sorpassandosi, la trama non cambia quasi fino alla fine. Da soli, gli indipendenti di Russell e Bortolani risolvono questo: Palvarde può gioire senza ritegno.

capocannoniere
Treviso – Bortolani 27, Russell 25, The Sims 12
Brindisi – Gentile 21, Harrison 21, Perkins 20

classificazione

1V Bologna 46
2 Milano 42
3 Brescia 38
4 Tortona, Venezia 30
6 Sassari, Trieste, Reggio Emilia 28
9 Pesaro 24
10 Treviso, Varese, Trento, Brindisi 22
14 Napoli 20
15 F Bologna 18
16 Cremona 14

credito: siamillo

Leave a Reply

Your email address will not be published.