Cesto, ancora una vittoria per la Givova

Con una giornata di anticipo rispetto al termine della stagione regolare, la Givova Scafati può festeggiare il primo posto assoluto nel girone rosso del campionato di serie A2. Il successore esterno per 67-76 ai danni dell’Infodrive Capo D’Orlando nel recupero del secondo turno raggiungere la fase ad orologio ha permesso alla compagine dell’Agro di il tanto agognato obiettivo stagionale per cui ha lavorato con impegno e edizione in così tanti mesi, da agosto ad oggi.

Senza l’infortunato De Laurentiis, i campani sono riusciti ad imporsi sui siciliani, grazie alle superiori percentuali di tiro da ogni parte del campo, nonché al dominio sotto i tabelloni. I padroni di casa, orfani di Traini e con Laganà a referto solo per onore di firma, hanno retto l’urto, hanno retto l’urto, per poi issare bandiera bianca nell’ultima frazione di gioco, quando a fare la differenza stato il superior tecnico di Monaldi (19 punti), Clarke (13 punti), Daniel (14 punti) e soci.

Capo d’Orlando-Scafati, la gara

Comincia di gran carriera la sfida dei padroni di casa: trovano canestri importanti dai due americani Mack e King, che prendono per mano la squadra e la trascinano subito avanti 10-3 al 5′. Clarke, Ikangi e Daniel si sobbarcano sulle spalle il peso dell’attacco ospite e piazzano un break di 0-7 che riporta la contesa in perfetta parità 10-10 al 6′. Le motivazioni dei biancoazzurri fanno la differenza, la difesa regge l’urto e quindi, con Mack ed Ellis, il punteggio passa sul 17-11 all’8′: il gap viene poi rimpinguato di misura nelle ultime battute del primo term quarinato, 20 -13 per i messinesi.

La Givo Scafati capisce che è arrivato il momento di stringere le maglie della difesa e di metro maggiore intensità e vigore nella propria metà campo. Non basta però a fermare l’agon dei giovani ed ardimentosi atleti di casa, che realizza il proprio margine di vantaggio (27-19 al 15′). Coach Rossi chiama time-out: i suoi uomini reagiscono con orgoglio e costruiscono (con Monaldi, Daniel e Clarke) un parziale di 0-7 che riporta in gara i viaggianti (27-26 al 17′). Gli ultimi minuti del primo tempo sono tutti di marca gialloblù, con l’ex Mobio spina nel fianco della difesa siciliana: l’intervallo arriva sul 29-32.

Capitan Rossato e compagni riescono a preservare la testa della sfida disputando una gara accorta in difesa ed ordinata in attacco, selezionando le conclusioni e caricando di falli la difesa orlandina. Col trascorrere dei minuti aumenta il margine di vantaggio degli ospiti, che giocano bene e si divertono (37-44 al 25′). Ci prova Mack, con l’ausilio di Ellis e Poser, a non far scappare gli avversari (46-46 al 27′). E’ un buon momento per gli uomini di coach Sussi, che però devono fare i conti con un ottimo Monaldi, autore dei canestri che consentono a Scafati di terminare avanti la terza frazione (53-56).

I gialloblù provano a chiudere la pratica nei primi minuti dell’ultimo periodo, con un parziale di 0-8 (53-64 al 31′). Col trascorrere dei minuti, la squadra di casa e praticamente di scena, avversari fatica a tenere il ritmo ed il passo dei più quotati grossi, che invece preendono il largo senza problemi (58-72 al 36′). Gli ultimi minuti sono solo garbage time. Finale: Infodrive Capo D’Orlando 67 – Givova Scafati 76 (scafatibasket.com).

Capo d’Orlando-Scafati, il tabellino

INFODRIVE CAPO D’ORLANDO – GIVOVA SCAFATI 67-76

INFODRIVE CAPO D’ORLANDO: Diouf 3, Mack 18, Ellis 12, Bartoli 8, Laganà ne, Poser 11, Telesca 0, Vecerina 1, Teirumnieks ne, Reggiani 2, Tintori ne, King 12. Allenatore: Sussi David. Assistente Allenatore: Rabbolini Edoardo.

GIVOVA SCAFATI: Mobio 6, Daniel 14, Grimaldi ne, Parravicini, Ambrosin 3, Clarke 13, Rossato 7, Monaldi 19, Cucci 9, Ikangi 5. Allenatore: Rossi Alessandro. Assistente Allenatore: Nanni Francesco.

ARBITRI: Masi Andrea di Firenze, Gagliardi Gianluca di Anagni (Fr), Marzulli Marco di Pisa.

,

Leave a Reply

Your email address will not be published.