Basket, Final Eight di Coppa Italia: Milan e Brescia in semifinale

Olympia allunga dopo una pausa con Delaney (24 punti). La Leonesa ha sconfitto Trento, 22 anni, dei Della Valle. Oggi Tortona-Trieste e Virtus Bologna-Brindisic

Milano-Sassari 88-68
A Pesaro per difendere il titolo conquistato al Forum un anno fa. Il Milan raggiunge nel migliore dei modi gli ottavi di Coppa Italia alla Vitrifrigo Arena e il primo quarto di finale è giusto per Sassari che è arrivato praticamente senza allenamento alle gambe e ha perso poco o nulla. La partita che è stata la finale delle edizioni 2015 e 2017 dura due quarti, con i detentori di coppa in fuga nel terzo periodo. La Dynamo sta lottando come meglio può, ma non ha le condizioni per tenersi. Olympia lascia Kel, Grant e Taraczewski per palle perse, mentre Sasari è senza Bendzius (Covid). A 4′ è 18-6 con Daniels a quota 9 punti (6,75 a 3/3). Sassari è subito in difficoltà, Robinson cerca di tenere sveglia la sua squadra e Treyer è un combattente (18-12 h 6′). Le curve sono grandi per Messina, Delaney è un pilota. La squadra di Bucci sta fuori e si alza, sono 13′ sul 29-23. Alwiti è una delle persone più in forma per il Milan che accelera la propria difesa che è sempre una garanzia. Milan resta in vantaggio ma non domina (36-28 al 18′), Mekovulu corto. Sassari rimonta dal gap con spirito perfetto (45-39 al 22′), poi si ferma e si rompe ancora l’Olympia, questa volta ovviamente: 28′ sul 60-40, 18 in apertura di terza Frazione con un break di – 3, con una Delaney in ottima forma. Il gioco si rompe, la dinamo è in riserva. Treyer smette di sanguinare a 1’55” dalla terza sirena, con una terza, dopo più di 6 passaggi dai suoi colori senza segnare. Al 31′ è 67-46, i sardi riprendono il rifornimento ma I tori sono fuggiti dalla scuderia. Tripla di Ricci ( che mette 10 punti negli ultimi 10) vale 70-52 su 33, Rodriguez spinge dall’arco un minuto dopo per 73-54 Per l’ex di Pozzecco il Milan oggi è molto alto, distanza salva, Logan (12 punti in ultimo quarto) esemplifica un vero leader ma la partita è segnata.
Milano: Delaney 24, Daniel 12, Ricky 10
Sassarese: Logan 19, Mekovulu 12, Treyer 11.

Davanti a 2131 spettatori si è decisa la seconda semifinalista: Brescia, un duro a morire proprio a Trento. Arrivata a Pesaro, in Germania forte di otto successi in campionato, il punteggio della Trento è stato leggermente diverso: nel nuovo anno aveva portato a casa solo una partita in 12 presenze ed era arrivata da sette soste consecutive tra Serie A ed Eurocup, ora otto. .

Al 5′ par 8, al 7′ 14-8 per Dolomiti Energy, poi Lionessa cambia marcia e va 14-19 di 9 con 11-0. Le squadre sono in pareggio, sulla palla c’è Iboa e il Brescia in 12′ rimonta 19-23. Bradford e Reynolds hanno retina (25-27 al 14′), Gabriele Lombards mette in contatto (Trento 29-28 al 15′), l’equilibrio non si spezza: 39-40 al 19′. Della Valle è un Diesel, Bradford mette la tripla in 20′ che manda le squadre negli spogliatoi al 42′.

L’inizio del terzo periodo è faticoso, poco marcato (23′ al 44-45). Mitro-Long inizia il rifornimento e trova 10 punti al 5′ del terzo quarto, spingendo la Germania (44-51 e 6-0 al 25′). Dopo che Caroline si sente (55-57 al 29′), gli uomini di Magro chiudono prima con 30′ di vantaggio (55-62). Scappa il Brescia: al 33′ è 55-68 con 6 punti su Laquintana, Trento realizza il primo canestro del set finale dopo quasi 4′ con Reynolds, che è 5 di fila. E’ 9-0 Dolomiti (37′ sul 64-68), Della Valle – MVP – ma è implacabile. Il Brescia risponde e porta da solo la partita: 65-75 al 38′. Flaccadori non si arrende (a meno di un minuto dal termine 73-78), Leonesa è più abituato a vincere in questi giorni.

Domani si riparte con i quarti di finale Tortona-Trieste e Vertus-Brindisi. Sabato le semifinali, la domenica le finali.

trento: Reynolds 20, Bradford e Caroline 13.

brescia: della Valle 22, Mitro-Long 14, Gabriel 11.

Leave a Reply

Your email address will not be published.