63-66 vince e si guadagna i playoff

Umana Rare è praticamente ai playoff di tre giorni prima, avendo vinto sul Palaserdimigni con una prova di grande tenacia 63–66, dopo aver vendicato la sconfitta all’andata con il Banco di Sardegna Sassari, che ha vinto la differenza di testa a canestro. il vantaggio di testa, ma ora ha due vittorie in classifica.

prima metà

Per l’undicesima partita in un mese la lista delle assenze tra Orogranata è lunga e travolgente. Day e Vitaly, che si stanno riprendendo rispettivamente dagli infortuni alla schiena e alla caviglia, e Sanders, che continuano a essere fuori turno dopo la sospensione dall’attività, sono decaduti per un problema alla gamba del capitano Bramos (in) denuncia solo per onorare il segno) e Theodore, dopo essersi fermato a causa di un lieve infortunio muscolare. Nel quintetto De Nicolao, Tonet, Stone, Brooks e Watt iniziano così.
Parto con tre triple (Bendzius e Stone due volte: 3-6 al 2′) ma polvere bagnata, tanto che a metà quarto è 5-8 con i watt. Umana Reyer ha continuato a difendersi bene e ha mantenuto lo slancio basso, allungando di 6′ sul 5-12′ con gli attacchi liberi di Brooks e il contropiede di Cerella. La precisione dalla lunetta di Tonet e Cerella mantiene il +7 (9-16) al 9′, anche se l’ultimo quarto è di Sassari, che al primo intervallo si avvicina al 14-16. Anche il secondo periodo inizia con una chiamata e risposta di 3 giocatori (Cerella, sui rimbalzi offensivi di Watts, e Burnell), poi permette a Di Nicolao, tecnico delle proteste sulla panchina di casa, di accaparrarsi il massimo vantaggio, che è 17- 25. converte in terzina. Blocco di Watt a 12′. Banquo alza il livello difensivo e raggiunge il doppio possesso (21-25 a 13’30”), fermando il punteggio da 14′ a 16′ sul 23-27. Watt torna a muoverlo, ma Logan colpisce subito il 26. Risponde con un tripla di -29, anche se Orogrenate Solidity vale il successivo 0-9, aperto da Tonet e poi proseguito dalla tripla di De Nicolao, altro canestro di recupero di Tonet, e Watts di 26. -38 a 19’30”, con Logan che riesce limare solo lo scarto lungo alla fine: 28-38.

Secondo quarto

All’inizio del secondo tempo Sassari prova ad alzare il ritmo, Logan sale in cattedra trascinando i padroni di casa sul 35-40 al 22′, con il tempo pronto di coach de Raphael, poco dopo il cambio forzato di Mazola (presto preso Gone) Quarto fallo) a Brooks leggermente infortunato dopo essere scivolato su un parquet in un’azione difensiva. Viene ripreso 35–42 da Tonet, ma resta l’inerzia del Banco de Sardegna, che fallisce due volte in una tripla del pareggio sul 39–42 prima del rimbalzo offensivo di Stone, 39–44 a 24. Si converte nel ’30. Dopo aver perso il dodicesimo pallone dell’Orogranata, il fallo più tecnico arriva su Di Nicolao (quarto rigore), ma la percentuale si riduce, quindi la tripla di Cerella vale 41–47 a 26, mentre Sassari torna sul 45–47. 27′. E’ 45-50 con un tiro libero a 28’30” dal Basket di Stone e Tonnet, che poi diventa 46-50 alla fine dell’intervallo. Difende sugli strike anche ad inizio periodo Il match prosegue con uno spread di : Bilan segna, Brooks risponde con 3 e al 31’30” è 48-53, davanti a Sassari per 5-0. Joe corona la rincorsa dei padroni di casa, costringendo la panchina dell’Orogranata al time out al 33’30 sul 53-53. Umana Rare arriva sul 53-56 dopo la tripla di Stone a metà quarto, rispondendo con Banco Bendzius (55-56) al 35’30”, anche dopo aver speso il bonus di call out sulla panchina di casa 36. orogranata costringe gli avversari a 24″ breccia, poi avanti e indietro da 3 Stone-Bendzius (58-59 al 37′). Al rientro dal nuovo time out di Sassari, Watt a 1/2 dalla lunetta è a 37’30” (58-60) e un fallo di Serella su Bilan diventa un non giocatore con un replay immediato: un punteggio di due. , anche se ‘Bilan firma il sorpasso sul 61-60 sull’azione successiva. Watt sbaglia, ma prende il rimbalzo offensivo e subisce fallo: 2/2 e 61-62 al 38’30”. Sassari sbaglia due triple, ma poi ruba palla con Robinson e al 39’ è 63-62. Umana Rare consuma ultimo e Brooks lo riporta a -49″ (63-64), Robinson sbaglia 3 e il rimbalzo è di Stone, poi Brooks è l’eroe con il rimbalzo offensivo a -14″ Errore 3 di Tonet. Orogranata riesce a tenere bene il possesso palla, Sasari arriva a meno di 5” dalla sirena del fallo, con la mano di Tonet che non trema dalla linea: 63-66. Allo scadere del tempo, il triplo pareggio di Logan è al ferro, Brooks si riprende ed è una vittoria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.